HomeVolontariatoI bambini aiutano altri bambini

I bambini aiutano altri bambini

bacauÈ da più di un anno che le aziende di Call Center e Order Entry – Easy Communication, Easy2, Mediatrade Services e Blue Line collaborano con Ring 14 Onlus sostenendola grazie alla donazione di parte delle ore lavorate dai propri collaboratori.

“Un impegno continuativo” sottolinea Stefania Azzali, presidente Ring14, “questo tipo di aiuti è molto importante perché garantisce un sostegno che ci permette di essere in grado di finanziare i progetti di ricerca utili a conoscere meglio la Sindrome Ring 14, una malattia rara e altamente invalidante che colpisce bambini in tutto il mondo”.

Easy Communication non è però nuova ad iniziative benefiche, come spiega Nicola Persico, direttore Generale “Dal 2011 raccogliamo beni di prima necessità per i bambini dell’orfanotrofio Henri Coanda di Bacau. E’ in questa città che abbiamo aperto la prima sede estera delle nostre aziende che ancora oggi è la principale struttura per numero di dipendenti impiegati. Nel corso degli anni, abbiamo voluto dare un contributo sociale ad una comunità che tanto ci ha dato in sei anni di attività: l’idea dell’orfanotrofio deriva dalla volontà di aiutare i più deboli e indifesi che per definizione sono sempre i bambini”.

Dallo scorso anno, Ring 14 collabora con energia ed entusiasmo alla raccolta dei beni di prima necessità per i bambi e i ragazzi ospitati nell’orfanatrofio, arrivando ad effettuare quattro importanti spedizioni durante l’anno.

I risultati non si sono fatti attendere: “Abbiamo contribuito a quanto necessario sia in termini di vestiario che di materiale didattico e ludico sulla base di precise indicazioni che volta per volta ci sono pervenute dall’istituzione stessa. Mi piace ricordare che per Natale Easy Communication ha raccolto ulteriori fondi per poter dare ai bambini giocattoli e dolci molto apprezzati soprattutto dai più piccini” ricorda Persico ed aggiunge “I nostri collaboratori hanno accolto con molto entusiasmo e partecipazione questa iniziativa rendendosi parte attiva sia attraverso la raccolta fondi, sia attraverso un fattivo contributo per l’approvvigionamento e la distribuzione del materiale donato”.

“La volontà di questo impegno sociale nasce dal perseguimento di un obiettivo che noi da sempre consideriamo strategico e che riguarda la creazione del valore condiviso inteso come l’insieme delle politiche e delle pratiche operative che rafforzano la competitività migliorando, nello stesso tempo, le condizioni economiche dei dipendenti e della comunità in cui l’impresa opera” afferma Persico “abbiamo scelto l’Associazione Internazionale Ring 14 Onlus perché ne conosciamo gli attori e sappiamo quanto impegno e risorse mettano nella ricerca scientifica, vogliamo aiutarli a sconfiggere l’epilessia nei bambini affetti da Ring 14” conclude.

Uno scambio alla pari, dove bambini aiutano altri bambini, nella convinzione profonda che il sostegno e la collaborazione reciproca possano portare a grandi risultati e traguardi.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.