Testa e cuore: la Grissin Bon piega Siena e si porta in vantaggio

cianciarini

Andrea Cinciarini

Questa Grissin Bon non smette più di stupire. Nella terza sfida dei quarti di finale contro i campioni d’Italia della Montepaschi Siena, i biancorossi di Menetti faticano per tre quarti di gara ma giocano un ultimo quarto perfetto infliggendo al quintetto di Crespi la seconda sconfitta nel giro di una settimana e portandosi a condurre 2-1 nella serie. Davanti ad un Palabigi tutto esaurito, il quintetto reggiano subisce  la tensione della posta in palio ma disputa un finale da grande della classe trovando nei soliti Cinciarini e White i punti più pesanti ed in Riccardo Cervi il perfetto terminale sotto canestro.

LA PARTITA – Sin dall’inizio la gara scorre sul filo dell’equilibrio e del punteggio piuttosto basso (15-13 al termine del primo quarto) determinato dai moltissimi errori sotto canestro e dalle numerose palle perse da parte di entrambe le squadre, chiaro sintomo dell’importanza e del valore della terza gara nella serie tra biancorossi e toscani. Reggio sembra voler scappare all’inizio della seconda frazione (+8) ma non imprime mai l’accelerata decisiva e Siena, pur non giocando un basket eccelso, rimane attaccata al quintetto di Menetti compiendo il sorpasso a metà del quarto e mantenendo la testa avanti fino al riposo lungo grazie, soprattutto, alla supremazia nella sfida sotto canestro (12 a 3 i rimbalzi offensivi a metà gara). Reggio si affida al solito White (20 punti anche stasera) mentre gli ospiti volano con le triple di Carter e Janning e trovano l’intensità difensiva mostrata in gara-2 toccando il massimo vantaggio (+6) nella terza frazione di gioco ma, proprio nel momento migliore degli uomini di Crespi, la Grissin Bon ritrova il Cinciarini dei tempi migliori e  ricucisce in men che non si dica lo strappo subito (49-49). Finalmente, nell’ultima frazione, si torna a vedere il basket con la “B” maiuscola con le squadre che si tolgono dalla testa e dalle gambe tutta la tensione d’inizio gara ed iniziano a segnare canestri tutt’altro che semplici, combattendo punto a punto fino al momento che rompe gli equilibri della match: tra i biancorossi, infatti, sale in cattedra Filloy (due triple negli ultimi 10′) ed un fallo antisportivo di Viggiano lancia Reggio avanti di 7 a meno tre dalla sirena finale con Siena che forza ripetutamente il tiro dalla lunga distanza mentre White e compagni giocano di testa colpendo gli avversari con una freddezza e determinazione tipica di una grande squadra e chiudendo la partita sul 82-74, portandosi così avanti 2-1 nella serie contro i campioni d’Italia in carica.

Per i biancorossi di Menetti, ora, ci sarà il primo importantissimo match point lunedì sera davanti al pubblico del Palabigi, partita che potrebbe siglare il ritorno di Reggio Emilia tra le quattro formazioni più forti del basket nazionale. Questa squadra non sembra ormai avere più limiti…

 

QUARTI DI FINALE – GARA 3

GRISSIN BON REGGIO EMILIA  – MONTEPASCHI SIENA 82-74 (15-13; 29-30; 49-49)

Montepaschi Siena: Viggiano, Hunter ne, Cournooh 2, Haynes 19, Carter 20, Janning 13, Ress 2, Ortner 1, Nelson 4, Udom ne, Batori ne, Green 13. All. Crespi

Grissin Bon Reggio Emilia: White 20, Filloy 10, Gigli ne, Brunner, Antonutti 2, Bell 12, Frassineti ne, Kaukenas 9, Cervi 11, Silins, Cinciarini 18, Pini ne. All. Menetti

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS