HomeSportReggiana e Trenkwalder a caccia di conferme

Reggiana e Trenkwalder a caccia di conferme

La prova tutta cuore e polmoni contro il Lecce ha lasciato ottime sensazioni in casa granata e, nonostante la sconfitta, Alessi e compagni guardano fiduciosi alla gara di domenica in casa contro l’altalenante Portogruaro. La formazione di mister Madonna, però, è squadra tutt’altro che da sottovalutare visto che, se togliamo l’ultima sciagurata gara contro l’Albinoleffe (1-4),  i veneti avevano subito una sola sconfitta in dodici partite disputate – peraltro a Lecce – rendendo lo stadio ‘Mecchia’ campo assai difficile da espugnare; ora che anche il proprio fortino è caduto, il Portogruaro cercherà subito il riscatto in casa dei granata provando a guarire dall’insolita ‘pareggite’ che ha colpito diverse squadre del girone A ed ha contribuito a rendere assai corta l’attuale classifica. Gli uomini di Zauli, anche dal canto loro, hanno un assoluto bisogno di vittorie per scrollarsi di dosso quella zona play-out dalla quale non sembrano volersene staccare e per arrivare al giro di boa con un punteggio medio che possa valere la salvezza. Per fare ciò, la Reggiana dovrà conquistare almeno 6 punti nelle prossime quattro partite arrivando a quota 18 al momento della pausa natalizia approfittando, perché no, del livello non eccelso del campionato. Per la gara contro il Portogruaro, Zauli potrà contare sui ritorni dalla squalifica di Mei ed Alessi anche se su quest’ultimo pende il dubbio della giornata ‘punitiva’ supplementare già attuata dal tecnico nei confronti di Tomasig, reo di aver lasciato la squadra in dieci nella sfida di San Marino. In tal caso, Sprocati sarà confermato nuovamente dietro a Rossi mentre Iraci occuperà ancora la fascia destra vista l’indisponibilità di Bani fino a fine dicembre. La vittoria, questa volta, vale come l’oro.

La sconfitta contro la capolista Varese, invece, non ha per nulla scalfito l’entusiasmo in casa Trenkwalder con i biancorossi ormai consci del proprio potenziale e determinati a riprendere la striscia di vittorie già domenica al Palabigi contro la talentuosa Brindisi. Per Menetti si tratta del primo confronto nella massima serie contro la compagine guidata da coach Bucchi che, però, non ha mai fatto risultato pieno al Palabigi negli unici due precedenti giocati in serie A. I pugliesi (4v-5p) hanno solamente una vittoria in meno dei biancorossi (5v-4p) ed hanno già fatto vedere il proprio valore segnando ben 110 punti in casa della capolista ed espugnando il campo di una delle squadre più in forma del campionato, Sassari. La sfida, dunque, si preannuncia di quelle da non perdere con Reggio che proverà a confermare il proprio posto nei piani alti della classifica ed a regalare l’ennesimo trionfo ai tremila che gremiranno nuovamente gli spalti del Palabigi.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.