HomeSportReggiana, anticipo col Trapani in piena emergenza

Reggiana, anticipo col Trapani in piena emergenza

Gianluca Ferrari

Piove sul bagnato in casa granata. Dopo il brutto stop a Pavia, la truppa di mister Zauli affronterà il delicatissimo anticipo contro il Trapani – domani sera alle 20.30 –  senza cinque titolari o aspiranti tali. Magliocchetti e Cossentino, espulsi nella gara contro i lombardi, sono squalificati mentre Alessi e Matteini si sono andati ad aggiungere all’altro indisponibile di lungo corso, Bani, lasciando il tecnico granata in piena emergenza.

Gli uomini, in ogni caso, non mancano e tantomeno le scelte; Zauli sembra infatti orientato a confermare il 4-4-2 anche senza la disponibilità dell’esterno offensivo spostando Viapiana sulla fascia sinistra di centrocampo e contando sul ritorno in mediana di Ardizzone al fianco di Parola; Aya sostituirà Cossentino al centro della difesa (Zini l’alternativa) mentre Panizzi giocherà al posto di Magliocchetti. Un dubbio dell’ultima ora, però, mette ancor più in difficoltà il tecnico romano visto che anche Sprocati potrebbe non essere disponibile per un affaticamento muscolare: al suo posto, come spalla di Rossi, è quindi in preallarme Marcheggiani.

Problemi di formazione a parte, quella di domani sarà una sfida difficilissima per i granata che ospiteranno una delle teste di serie del girone, in piena zona play-off e fortissima candidata per un posto nella serie cadetta. Il Trapani di mister Boscaglia è attualmente il miglior attacco del campionato – con una media di quasi 2 gol segnati a partita –e possiede un trio offensivo (Madonia, Mancosu, Abate) che è il più prolifico dell’intero girone. In trasferta, però, i siciliani non vincono dallo scorso 9 settembre e vengono da ben quattro pareggi consecutivi, sintomo che il fattore campo potrà essere l’arma in più per risvegliare questa Reggiana ed ottenere finalmente un risultato di prestigio tra le mura del ‘Città del Tricolore’. Su Reggio, per domani sera, sono previste nevicate e soprattutto tanto tanto freddo: basterà per fermare la corazzata del caldissimo sud?

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.