HomesliderReggio Film Festival, un’edizione a onor del falso

Reggio Film Festival, un’edizione a onor del falso

Film Kylian shwarzfahrer tram dnes 099Dal 23 al 27 ottobre torna il Reggio Film Festival, manifestazione internazionale sul cortometraggio, dedicata quest’anno al tema del Falso e giunta alla sua tredicesima edizione. Organizzato da Fedic, Federazione italiana dei Cineclub, per la direzione artistica di Alessandro Scillitani, il festival – realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Reggio Emilia nell’ambito del Bando I reggiani per esempio, la Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto, l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – comprende anche documentari, workshop, incursioni nelle altre arti. La manifestazione gode inoltre del patrocinio della Provincia di Reggio Emilia. Sponsor Grissin Bon, Blueshape, Rcf, Lp. Sponsor tecnico Promusic.

Si comincia ufficialmente giovedì 23 ottobre in Fonderia con un evento davvero speciale dedicato al dialogo fra le arti. Protagonista dell’evento di apertura del festival il celebre coreografo ceco Jiri Kylian nei panni di regista ed autore di cortometraggi, una veste completamente inedita per l’Italia.

Segue sabato 25 ottobre la tavola rotonda “Fake You“, dedicata al falso nel cinema.

Altro prestigioso ospite di questa edizione è domenica 26 ottobre Simone Massi, noto artista di corti di animazione e autore da vari anni della sigla del Festival di Venezia. Il documentario a lui dedicato, Nuvole e mani di Francesco Montagner e Alberto Girotto, ha vinto a Venezia Classic il Premio come Miglior Documentario, nell’ambito ovviamente del Festival di Venezia 2014. Girotto, Montagner e Massi saranno presenti con Julia Gromskaya, autrice anch’essa di coloratissimi corti d’animazione.

Fra gli altri appuntamenti del festival una personale (26 ottobre) della sceneggiatrice e regista londinese di Beryl Richards, vincitrice del premio Laicità 2014 con il corto Recession. La sceneggiatura del film The Outsiders ha vinto il premio VFF al Berlin Film Festival. I suoi cortometraggi hanno partecipato a 60 festival internazionali, incluso quello di Berlino e Clermont Ferrand. Ha vinto tre volte il premio BAFTA, il premio Jeunesse, e ha ricevuto due nomination agli Emmy.

Da segnalare inoltre nello Spazio Gerra, che ospita la mostra di Maurizio Rinaldi a cura di Arturo Carlo Quintavalle, alcuni workshop come Falso Movimento, a cura di OttoMani, sabato 25 ottobre che ha come obiettivo la realizzazione di un film animato ispirato al tema del “FAKE” e delle aspettative tradite. Sempre al Gerra lunedì 27, alle ore 21, Falso Finale, la serata di chiusura del Reggio Film Festival, con la proclamazione e proiezione dei corti vincitori e degli esiti del workshop. Le iniziative allo Spazio Gerra sono all’interno del progetto Kraftwerk.

 

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito ad eccezione di Rain Dogs venerdì 24 ottobre in Fonderia 39 Fondazione nazionale della danza Aterballetto.

 

Info: REGGIO FILM FESTIVAL www.reggiofilmfestival.com

tel. +39 370 3037904 info@reggiofilmfestival.com

Ultimo commento

  • io lo chiamerei “Scillitani film festival”