HomesliderNoi, stoici, al “bar Hemingway”

Noi, stoici, al “bar Hemingway”

Ernest Hemingway

Ernest HemingwayA mezzo secolo dalla morte del grande scrittore, giornalista e viveur americano (avvenuta il 2 luglio del ’61), un gruppetto eterogeneo di reggiani, letterati, scrittori e cultori di umanità varia si è ritrovato attorno ai tavoli del bar di Puianello di Quattro Castella per fondare un’associazione intitolata alla memoria dell’autore de “Il vecchio e il mare”. E partire con una serie di iniziative (anche benefiche) dopo essersi ben corroborati con mojito e daiquiri e aver raggiunto un livello di disinibizione che non sarebbe dispiaciuto allo scrittore di “Per chi suona la campana”. Portavoce e “grand commis” del tavolo politico-letterario-spirituale (nella doppia accezione di anima e alcool) Mario Guidetti, un passato-presente da socialista, sempre attento alle battaglie civili e di giustizia e da oggi dunque anche aspirante animatore culturale.
L’iniziativa è lodevole, l’impegno saltuario, l’atmosfera amicale. E nessuno dei nostri pensa della morte quello che scrisse Ernest Hemingway: “E’ meglio morire nel periodo felice della giovinezza non ancora disillusa, andarsene in un bagliore di luce, che avere il corpo consunto e vecchio e le illusioni disperse”. Mascotte del gruppo non poteva non essere una cagnetta, naturalmente di nome Diana.

Ultimi commenti

  • Avatar

    ecco bravo “aspirante” … in tutte le sue accezioni.
    Non mi torna il “Diana”: Ernesto aveva Negrita, Blackie, Machakos e Black Dog.

    • Avatar

      …guardiamo lontano con la stessa intensità dello sguardi di Ernest…..e pensiamo: chissà che il giorno in cui potremo assistere alla consegna di defibrillatori alla scuola ed all’impianto sportivo i Puianello non si abbia il piacere di accompagnare tutto con un concerto di Keit Giarrettiera? Siccome i sogni e la speranza sono gli ultimi a morire, sperom. Che il tempo vi/ci sia lieto

      • Avatar

        “Diana”…dea della caccia. Ernest ne sapeva qualcosa. In quel senso

  • Avatar

    @Mario: Keith Giarrettiera c’è!