HomeEntertainmentI reggiani restano in città, Mercoledì Rosa da record

I reggiani restano in città, Mercoledì Rosa da record

MERCOLEDI-ROSA_foto1Non è cosa di tutti i giorni, e nemmeno di tutti i Mercoledì Rosa, la folla che ha riempito il centro cittadino nel corso della quarta serata degli appuntamenti che scandiranno l’estate di Reggio Emilia fino a mercoledì 24 luglio.
Con la complicità della temperatura, i reggiani hanno letteralmente invaso Via Emilia e preso d’assalto bar, pub, gelaterie e ristoranti approfittando delle oltre 50 iniziative in giro per il centro.

Pare stia funzionando la nuova modalità basata su percorsi differenziati e su singoli eventi messi in piedi dai privati (le proposte “off”) che il Tavolo Unico di Coordinamento del commercio ha pensato per dare un tocc0 di novità al quarto anno delle serate infrasettimanali reggiane.
Tra gli altri elementi di differenziazione rispetto agli anni passati ci sono anche lo Spazio Bimbi in piazza S.Giovanni e le proposte culturali del “Quadrilatero”, curate e realizzate dai commercianti di una delle zone più antiche della città.

Graziano Romani

Graziano Romani

Il cuore del centro batte in Piazza Prampolini ed è proprio lì che si è assistito agli eventi culmine della serata: “Rent”, il musical rock presentato dall’associazione culturale Moosee è stato seguito dal trascinante concerto di Graziano Romani e della sua band che, sia con pezzi propri che con cover di alta scuola, da Bob Dylan a Chuck Berry, hanno fatto ballare gli spettatori.

Peccato solo che a concerto finito gran parte delle persone presenti in piazza abbiano dovuto assistere ad una rissa che ha coinvolto più persone. Non c’è stato nessun ferito ma accadimenti di questo genere non sono nuovi tra le strade del centro e, dato l’alto numero di presenze che i Mercoledì Rosa stanno registrando, sarebbe forse opportuno, insieme ad una stretta sul consumo di bevande in bottiglie di vetro, assicurare una presenza minima di personale delle forze dell’ordine nei luoghi più affollati.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.