HomeAttualitàFestareggio: Luca Bottura e Spinoza.it per i 50 anni della rivista Linus

Festareggio: Luca Bottura e Spinoza.it per i 50 anni della rivista Linus

50 anni e non sentirli. La rivista Linus festeggia il mezzo secolo a Festareggio con il giornalista Luca Bottura, Stefano Andreoli di Spinoza.it e ospiti del mondo del fumetto tra cui il neo direttore della rivista. Giovedì 27 agosto alle 21 in Piazzetta delle Idee è in programma la serata 50 anni di Linus. Una rivoluzione a fumetti dedicata alla rivista fondata da Giovanni Gandini che ha fatto conoscere al pubblico i Peanuts, Braccio di Ferro, Calvin & Hobbes, Dick Tracy, i supereroi Marvel, ma anche i lavori di Andrea Pazienza, Guido Crepax, Sergio Staino, Hugo Pratt, Flora Graiff. Interverranno all’incontro – oltre all’autore e conduttore Luca Bottura Stefano Andreoli di Spinoza.it – Federico Alessandro Amico, presidente Arci Emilia Romagna, il direttore di Linus Giovanni Robertini e il responsabile satira Giorgio Cappozzo.

 

Sempre giovedì, alle 20, con una cena di solidarietà al Ristorante Gambero Rosso, si rinnova il sostegno di Festareggio alle attività di APRO Onlus e alla sua campagna “Io mi impegno!” che supporta il progetto per la nuova Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva del Santa Maria Nuova aReggio Emilia. «Una festa come la nostra ha il dovere di impegnarsi nel sociale, aiutando, come avviene da oltre 10 anni, le associazioni come APRO» ha detto Franco Carboni di Festareggio. La cena – realizzata in collaborazione con il Circolo PD Sanità – propone un menu speciale curato dal cuoco Glauco Pastarini in cui convivono sapori tipici del territorio e ingredienti inattesi come il topinambur. Il costo è di 25 euro. Per partecipare è necessario prenotarsi ai numeri 0522 296065 – 320 9624465.

 

Dopo il bagno di folla per il travolgente live di The Prodigy, dal 28 al 30 agosto la grande musica torna protagonista assoluta a Festareggio conCAMPOVOLO REGGAE FEST. Tre giornate dedicate alla musica in levare con grandi star internazionali e i migliori nomi della scena italiana, in collaborazione con Positive River Festival e ‎Jahspora Crew.

Si parte venerdì 28 agosto con il leone ivoriano del reggae Alpha Blondy che insieme ai suoi The Solar System presenta il nuovo albumPositive Energy. Attivo dai primi anni ’80, Alpha Blondy ha collaborato con Wailers, la band di Bob Marley, ed è stato il primo artista africano a guadagnare attenzione in tutto il mondo attraverso il reggae. Il suo nome è ancora oggi legato alle sonorità più pure e classiche del roots reggae. In apertura, Raphael & Eazy Skankers, formazione a suo agio sui palchi di tutta Europa che contamina le sonorità roots reggae con il reggae moderno, e i reggiani Empatee Du Weiss con la loro trascinante commistione di ska, jazz, reggae e musica balcanica.

L’headliner della giornata del 29 agosto sarà invece il giamaicano Protoje, figura chiave del New Roots Reggae, con un sound che contamina la tradizione del reggae militante con le sonorità urbane dell’hip hop. Gran finale domenica 30 agosto con i salentini Boom Da Bash, collettivo attivo da più di dieci anni e amatissimo in tutta Italia, capace di unire i suoni della propria terra di origine a quelli in levare della tradizione giamaicana.

 

 

LINUS

La rivista italiana di fumetto e illustrazione Linus è stata fondata da Giovanni Gandini nell’aprile del 1965. L’idea di una pubblicazione che desse spazio e considerazione al fumetto come mezzo espressivo artistico e popolare nacque nella libreria milanese della moglie di Gandini, Anna Maria, dove si incontravano intellettuali come Oreste del Buono, Vittorio Spinazzola, Umberto Eco ed Elio Vittorini. Una rivoluzione sorridente e gentile quella di Linus, che ha fatto conoscere al pubblico italiano molti fumetti europei e statunitensi, a partire dai Peanuts di Charles Schulz (il titolo della rivista è naturalmente ispirato a Linus van Pelt), ma senza dimenticare Krazy Kat, Li’l Abner, Braccio di Ferro, Calvin & Hobbes, Dick Tracy, i supereroi Marvel, Doonesbury, Bristow, The Dropouts. Tra gli italiani figurano Andrea Pazienza, Guido Crepax, Sergio Staino, Hugo Pratt, Flora Graiff e autori satirici come Angese, Altan, Perini, Bertolotti e De Pirro, Vauro, Renato Calligaro. Ma non di solo fumetto ha vissuto Linus in questi 50 anni: sulle pagine della rivista hanno trovato spazio anche discussioni politiche e sull’attualità che hanno raccolto i contributi di importanti scrittori e intellettuali tra cui Michele Serra, Pier Vittorio Tondelli, Stefano Benni, Alessandro Baricco, Omar Calabrese. Una storia, quella di Linus, densa, fortunata, tutta da scoprire.

 

LUCA BOTTURA

Luca Bottura è giornalista, scrittore, conduttore radiofonico e autore televisivo. Cura per il Corriere della Sera la rubrica satirica settimanale a tema sportivo Makaroni e per Sette una rubrica di critica musicale a taglio satirico. Ha ideato e condotto le trasmissioni radio Tagliobasso (Radiodue, 1998-2000), Mi dia del play (Play Radio, ora Virgin Radio, 2005/2006) e dal 2007 conduce su Radio Capital la rassegna stampa satirica Lateral. Ha lavorato per l’Unità e per il settimanale satirico Cuore, di cui è stato redattore dal 1992 al 1995 sotto la direzione di Michele Serra. Ha esordito come autore televisivo nel 2001 con il programma 125 milioni di cazzate (Rai 1) di Adriano Celentano, ha collaborato con Gene Gnocchi, è stato autore del Festival di Sanremo del 2004 e di Geppi Cucciari (Victor Victoria, G Day), Maurizio Crozza (Crozza Alive, Italialand), Enrico Bertolino (Glob), Antonio Cornacchione, Fabio Volo (Volo in diretta). Nel 2008 fa parte degli autori di Quasi TG, di Rocco Tanica, premio Satira Forte dei Marmi 2009. Come autore teatrale ha co-firmato gli spettacoli Lampi di accecante ovvietàPassata è la tempesta? e Casta Away di Enrico Bertolino, Silvio c’è? e Satire Liriche di Antonio Cornacchione, Fenomeni di Maurizio Crozza e Babe-Lè di Ivano Marescotti. Ha pubblicato i libri In alto stat Virtus (Ferriani, 1996), Tutti al mare vent’anni dopo (Perdisa Pop, 2007), sequel di Tutti al maredi Michele Serra, che ne ha firmato la prefazione, Non avrai altro Cuore all’infuori di me (Rizzoli, 2008), in cui racconta la sua esperienza al settimanale, e Mission to Marx – dizionario satirico della sinistra (Aliberti editore, 2010, premio satira Forte dei Marmi 2011).

 

STEFANO ANDREOLI

Stefano Andreoli è scrittore, autore televisivo e blogger. Insieme ad Alessandro Bonino ha creato e gestisce il blog di satira politica Spinoza.it, vincitore del premio “Miglior blog italiano” per gli anni 2009, 2010 e 2011 e del premio internazionale di satira di Forte dei Marmi. Nel 2007, sempre insieme ad Alessandro Bonino, ha pubblicato il libro Sempre cara mi fu quest’ernia al colon basato sul gioco del fincipit. Ha curato tutte le raccolte tratte da Spinoza.it, ultima delle quali La crisi è finita e altri racconti fantastici, uscito a maggio 2014 per Rizzoli. Nel 2011 ha pubblicato, insieme al collettivo di Spinoza, il libro Vade retro! Manuale di autodifesa dalle religioni (quasi tutte), trattato umoristico sulle religioni illustrato da Vauro. Ha partecipato al libro collettivo Alzando da terra il sole, uscito a settembre 2012, i cui proventi sono destinati alla ricostruzione della biblioteca di Mirandola. Nel 2010 ha partecipato come ospite fisso alla trasmissione Tetris di La7. Fino all’estate 2011 ha partecipato stabilmente alla trasmissione radiofonica Non ci sono più le mezze stagioni, in onda su Radio 24. Da settembre 2011 passa a Radio Monte Carlo, e da allora è presenza fissa nei programmi del mattino: Si salvi chi può, Plati-network (condotto da Platinette), No comment e Buongiorno RMC. Nel 2011 ha fatto parte del gruppo di autori della trasmissione di Maurizio Crozza Italialand – Nuove attrazioni, in onda su La7. Ha collaborato ai testi dell’edizione 2012 del Festival di Sanremo. Nello stesso anno è stato autore della trasmissione di La7 G’Day, condotta da Geppi Cucciari. Nel 2013 è stato autore della trasmissione Volo in diretta, condotta da Fabio Volo, in onda su Rai 3. Nel 2015 è stato ospite fisso del Dopofestival di Sanremo, condotto da Saverio Raimondo e Sabrina Nobile.

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.