HomesliderDue reggiani al corteo matildico

Due reggiani al corteo matildico

Due reggiani al corteo matildico

Due reggiani al corteo matildicoPer la prima volta nella storia del Corteo Matildico di Quattro Castella, sarà una donna reggiana a interpretare il ruolo di Matilde. E’ infatti la cantante lirica Elena Rossi la protagonista della 47esima edizione della manifestazione che andrà in scena il prossimo 27 maggio a Quattro Castella. Al suo fianco un altro musicista reggiano, il fondatore e tastierista dei Nomadi Beppe Carletti, che interpreterà il ruolo di Enrico V.

Elena Rossi, è considerata una delle stelle più luminose nel panorama musicale lirico italiano. Reggiana doc, la Rossi è anche legata in modo particolare al territorio castellese avendo vissuto per qualche anno a Roncolo. Un legame, quello con il Corteo, rafforzato anche dal nome della figlia, Matilde, nata 4 anni fa. La Rossi succede nei panni della Contessa all’attrice napoletana Licia Maglietta (protagonista nel 2011) oltre che a grandi nomi del cinema, della moda, della televisione e dello sport, da Stefania Sandrelli a Florinda Bolkan, da Manuela Arcuri a Simona Ventura, da Alba Parietti a Ursula Andress a Tania Cagnotto.

Non ha certo bisogno di presentazioni Beppe Carletti, leader e fondatore dei Nomadi, originario di Novellara. Il musicista succede ad attori del calibro di Michele Placido e Andrea Giordana, nonché a personaggi del panorama televisivo come Gabriel Garko e Biagio Antonacci. Tuttavia non è il primo reggiano ad interpretare Enrico V: nel 2010 fu Giuliano Razzoli a prendere parte alla manifestazione.

“Una scelta all’insegna della qualità – spiega il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini – Nei loro rispettivi e diversi generi, Elena Rossi e Beppe Carletti sono due musicisti di primissimo livello in ambito nazionale. Ma quella di quest’anno vuole essere anche una scelta in nome della reggianità ritrovata di una manifestazione che vuole sempre più legarsi alla storia e alla tradizione del suo territorio. Entrambi hanno aderito con entusiasmo anche alla finalità sociale e benefica del Corteo sposando in pieno la causa del Gr.A.De cui saranno devoluti anche quest’anno gli incassi della manifestazione. Non posso che essere felice e orgoglioso del loro entusiasmo e della loro partecipazione al nostro Corteo”. “Elena Rossi e Beppe Carletti – aggiunge Tagliavini – sono due artisti che devono il loro successo al loro indiscutibile talento, ma anche al duro lavoro, allo studio, all’impegno professionale: sono quindi i perfetti rappresentanti di una cultura reggiana dell’impegno e della laboriosità, valori che con la loro musica esportano nel mondo e che oggi più che mai dobbiamo riscoprire”.

La manifestazione castellese, che può vantare l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, rievoca il celebre episodio avvenuto al Castello di Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell’anno 1111 quando Enrico V, figlio di quell’Enrico IV che trent’anni prima ottenne da Papa Gregorio VII, per intercessione di Matilde, il famoso perdono di Canossa, incoronò la Gran Contessa viceregina vicaria d’Italia. Appuntamento al 26 e 27 maggio con una “due giorni matildica” che si preannuncia ricca di novità e suggestioni.

Beppe Carletti,

Elena RossiElena Rossi e Beppe Carletti,

Ultimo commento