HomesliderA Casalgrande, la Compagnia Carullo-Minasi ospite speciale in Bottega

A Casalgrande, la Compagnia Carullo-Minasi ospite speciale in Bottega

1017205_247429485410992_1940597701_nUno spettacolo, quello di venerdì 8 (ore 21) e un seminario di formazione della durata di due giorni (sabato 9 e domenica 10 novembre). Si presenta così il week-end che vedrà protagonista la Compagnia Carullo-Minasi in quel di Casalgrande, presso La Bottega, lo spazio gestito dalla Compagnia Quinta Parete (www.quintaparete.org).

Si può spiccare il volo verso una direzione “poco burocratica” oggi come oggi? Soprattutto se non si è più tanto giovani? Cristiana Minasi esplorerà queste soluzioni venerdì sera con la sua “Conferenza tragicheffimera sui concetti ingannevoli dell’arte”, spettacolo vincitore del Premio E45 Napoli Fringe Festival 2013.

Una non più giovane donna, iscritta da anni all’ufficio collocamento, riceve in omaggio dall’ente teatrale del comune di appartenenza un paio di ali molto ben confezionate con annessa rinnovata carta d’identità, intestata a nome della stessa con, alla voce professione, il titolo di attrice.
E’ performance/conferenza tragicomica intorno ai temi dell’uomo e di quell’arte che prescinde da ogni inganno e che, per sua natura effimera, legittima ogni piega della vita. Bisogna cercare dentro di sé, perché a volte perdere tutto può anche significare ritrovare tutto.

Sabato e domenica sarà invece il turno del seminario “L’attore e l’oggetto”, un’importante occasione di formazione condotto sempre da Cristiana Minasi. Prima che attori si è persone, questa la meraviglia sottesa a ogni forma d’arte: aperto a tutti, il lavoro porterà alla definizione di piccoli corti teatrali autogenerati, tramite lo strumento dell’improvvisazione funzionale alla scrittura scenica, con particolare attenzione rivolta all’uso degli oggetti.
Gli oggetti in scena devono avere un ruolo che giustifichi la loro presenza e, come gli tutti gli altri elementi, un chiaro percorso nella drammaturgia. Non si tratta di chiedersi come muovere l’oggetto, ma cosa farci insieme, esplorare i limiti della possibile interazione è un rapporto di scambio: l’oggetto è esso stesso corpo e voce dell’attore.

COSTO SPETTACOLO: biglietto intero 10 euro, ridotto 8 euro (associati Quinta Parete, under 25, over 65), promozione social network 5 euro
Info e prenotazioni: 348.6048408 // prenotazioni@quintaparete.org
E’ ancora possibile abbonarsi all’intera stagione.

PARTECIPAZIONE SEMINARIO: per partecipare è necessario prenotarsi all’indirizzo segreteria@quintaparete.org oppure chiamare il 342 9337099. La quota di partecipazione è 80 euro, per gli Associati Quinta Parete 70 euro. Ai partecipanti viene offerto il biglietto di ingresso allo spettacolo “Conferenza tragicheffimera sui concetti ingannevoli dell’arte”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.