HomeReggio SportCrisi granataLa Reggiana cade a Viareggio: adesso è incubo play out

Crisi granata
La Reggiana cade a Viareggio: adesso è incubo play out

Gianluca Ferrari

Siamo di nuovo da capo. La brutta copia della Reggiana degli ultimi tempi cade sul campo del Viareggio penultima in classifica, non sfruttando un vantaggio arrivato dopo appena 5 minuti. I granata, troppo rinunciatari e con poche idee in avanti, subiscono l’inevitabile rimonta degli uomini di Bertolucci che ribaltano la situazione con Pizza e Cristiani. Per Mangone, ora, torna l’incubo play-out e la sensazione di un deciso passo indietro rispetto ai risultati del recente passato.

Mangone recupera Alessi che stringe ancora più forte i denti e scende regolarmente in campo nel suo solito ruolo di interno sinistro. In difesa, capitan Zini riprende il suo posto a fianco di Aya mentre Lanna è spostato sulla fascia sinistra nel ruolo di terzino. In avanti Esposito è in appoggio alla coppia GurmaRossi.

L’avvio è ottimo da parte dei granata che riescono a a sbloccare la gara già dopo cinque minuti: Rossi prende palla sulla trequarti e scaglia un potentissimo destro dalla lunga distanza che sorprende il portiere Ranieri e si insacca nelle rete toscana. Gran gol dell’attaccante granata che sale a quota 4 in campionato. Gli uomini di Mangone appaiono in giornata e per i primi 10 minuti giocano costantemente nella metà campo dei bianconeri di Bertolucci, il cui primo squillo arriva solamente al 12′ con Cristiani che tira a lato della porta difesa da Bellucci.

Al 21′ è ancora l’esterno sinistro che, dopo una volata di 30 metri, suggerisce ai compagni un bel pallone al centro dell’area ma, fortunatamente per la Reggiana, nessuno è pronto a raccogliere. I padroni di casa iniziano piano piano a prendere coraggio e a farsi sempre più pericolosi dalla parti di Bellucci dopo un avvio piuttosto timido. I granata, invece, si limitano a controllare senza pungere più di tanto in contropiede. Al minuto 31 Pizza manda a lato di testa da calcio d’angolo. Tre minuti più tardi il primo episodio dubbio della gara: su cross del solito Cristiani, Lepri prolunga di testa per Cesarini che raccoglie e conclude a porta sguarnita ma l’arbitro annulla per fuorigioco attivo di Scardina, sul quale però poteva starci il fallo da rigore di Aya. Passa un minuto ed Esposito scappa via sulla destra, mette in mezzo per Gurma che però si fa anticipare dal tempestivo intervento in uscita di Ranieri.

Sono però i padroni di casa che si scatenano nel finale di tempo alla ricerca del pari ma il tiro di Cesarini al 37′ finisce alto sopra la traversa. La prima frazione di gioco si conclude con i granata avanti di una rete ma i padroni di casa possono recriminare per il gol annullato.

La ripresa si apre con il Viareggio intento ad insistere alla ricerca del (meritato) gol del pareggio che arriva puntuale al minuto 4: da calcio d’angolo, la difesa di Mangone si dimentica completamente di Pizza che con un preciso piattone destro batte sul primo palo Bellucci, a dire il vero non proprio preciso nello scegliere il tempo dell’uscita. Al 14′ l’arbitro Roca ferma ancora per fuorigioco (inesistente) una pericolosissima offensiva del Viareggio che molto probabilmente avrebbe concluso in rete. Al 21′ Mangone toglie Arati (costantemente in difficoltà contro il velocissimo Cristiani) ed inserisce Siragusa ma la musica non cambia. I padroni di casa sembrano gli unici a voler vincere la partita con i granata piuttosto fermi ed attenti a non scoprirsi. Al 29′ arriva inevitabile la rete del sorpasso: fa tutto lo scatenato Cristiani che, partendo da sinistra, prima si beve Siragusa e poi batte Bellucci in uscita siglando il meritato 2-1 dei bianconeri. La partita però è molto lontana dall’essere chiusa. Al 38′ Viapiana si mangia clamorosamente un gol già fatto mentre sul rovesciamento di fronte Cesarini si fa ipnotizzare da Bellucci che è bravissimo a salvare i suoi dal tracollo. Le emozioni si susseguono in un finale convulso e assai diverso dall’andamento generale della partita. Al minuto 40 Esposito colpisce a botta sicura verso la porta di Ranieri ma, questa volta, è Fiale a salvare tutto con la testa. Un minuto dopo i granata rimangono in dieci per l’espulsione di Alessi che ferma D’Onofrio lanciato a rete e si becca il secondo giallo della sua partita.

La Reggiana prova il tutto per tutto con uno sterile assedio finale all’area dei padroni di casa ma sono proprio i bianconeri   a sfiorare di nuovo il terzo gol con  il diagonale di Elia che finisce però sul fondo. Dopo quattro minuti di recupero il fischio finale del signor Roca sancisce così la seconda sconfitta consecutiva della formazione di Amedeo Mangone che ripiomba pericolosamente sul fondo della classifica, vicinissima alla zona paly-out.

Di recriminazioni, oggi, ce ne sono ben poche. I granata hanno giocato solamente per i primi dieci minuti di gioco per poi lasciare l’iniziativa ai padroni di casa per tutto il resto della gara subendo, inevitabilmente, la rimonta degli uomini di Bertolucci. A differenza della vittoria di Foggia, Alessi e compagni non sono riusciti a sfruttare il vantaggio iniziale dopo pochi minuti e sono apparsi piuttosto rinunciatari nel momento in cui si doveva prendere in mano la partita e andarla a vincere. Preoccupante è, inoltre, la prestazione della difesa granata che è stata capace di subire due reti ( e potevano essere di più ) da una squadra che ne aveva segnate a malapena otto in 14 gare disputate. Così non si va da nessuna parte.

Il tabellino

VIAREGGIO – REGGIANA 2-1

Marcatori: 5′ pt Rossi, 4′ st Pizza, 29′ st Cristiani.

VIAREGGIO (4-4-2): Ranieri 5,5; Carnesalini 6, Conson 6 , Fiale 6,5, Brighenti 6; Cristiani 7 (41′ st Monopoli), Pizza 7, Maltese 6, Lepri 6,5 (12′ st D’Onofrio); Scardina 6 (19′ st Elia), Cesarini 6,5. A disposizione: Merlano, Grieco, Campana, Palibrk. Allenatore: Bertolucci.

REGGIANA (4-3-2-1): Bellucci; Arati (21′ st Siragusa), Zini, Aya, Lanna (46′ st Iraci); Viapiana, Calzi, Alessi; Esposito, Rossi; Gurma. A disposizione: Silvestri, Bettati, Matteini, Fedi, Redzic. Allenatore: Mangone.

Arbitro: Diego Roca di Foggia (Fassina e Pancrazi).

Note: espulso Alessi all’86’ per somma di ammonizioni. Ammoniti: Maltese, Brighenti, Cesarini, Alessi, Calzi, Pizza, D’Onofrio.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.