HomeAttualitàVenerdì 13: volano massi dalla Pietra sulla macchina del prete esorcista

Venerdì 13: volano massi dalla Pietra sulla macchina del prete esorcista

03

Lo “zampino del diavolo”: un masso si schianta sulla macchina dell’esorcista

D’accordo, la circostanza è ghiotta per gli esoteristi della porta accanto. Venerdì 13 alle ore 13.00, due massi si staccano dalla Pietra di Bismantova, spesso catalogata tra i luoghi più misterici d’Italia e vanno a schiantarsi, il primo sulla statua di S.Benedetto, abbattendola, il secondo sull’autovettura del parroco don Edoardo Cabassi che è anche uno dei tre esorcisti della diocesi. Insomma, qui ci potrebbe stare lo zampino del diavolo.

Purtroppo però la cronaca è molto più terra terra di un ipotetico scontro celeste e a far franare i macigni è stata probabilmente la neve e le successive infiltrazioni di questi giorni; anche perché, lasciando così del tutto a bocca asciutta gli appassionati del mistero, la frana ha solo sfiorato l’Eremo sottostante e non ha raggiunto né il parroco né due alpiniste che si stavano allenando poco distante.

I vigili del fuoco, non potendo escludere altri cedimenti, hanno vietato l’accesso all’intero perimetro della Pietra mettendo in sicurezza gli impianti del gas della chiesetta. Mentre i tecnici del Genio civile e i tecnici dell’Università stanno effettuando sopralluoghi per avere un quadro più chiaro della situazione della pietra di Bismantova

Ultimi commenti

  • Don Edoardo Cabassi è uno dei tre esorcisti della diocesi di Reggio Emilia. San Benedetto, oltre che patrono d’Europa e fondatore dell’ordine dei benedettini, è anche un baluardo contro le azioni di Satana. Per i cattolici esiste una speciale effige, una medaglia voluta da Papa Benedetto XIV che ne ideò il disegno nel 1742. Non draco sit mihi dux – Non il demonio sia il mio duce – Vade retro Satana, nunquam suade mihi vana. Sunt mala quae libas ipse venena bibas – Va indietro Satana, non persuadermi con cose vane. Sono malvagie le cose che suggerisci, bevi tu stesso il tuo veleno (questa invocazione e scritta nel retro della medaglia). Nella violenta e distruttiva caduta dell’enorme masso si può forse scorgere un nero presagio e l’intervento di malvagie forze sovrannaturali.
    Ovviamente per chi crede.

    (Alessandro Raniero Davoli)

  • visto che satana può far staccare un masso dalla roccia non poteva direttamente far cascare la statua?o schiacciare direttamente l’auto?troppo facile.
    satana è un amante di certo dei cartoni di wil il coyote.