HomeAmici a 4 zampeUccide tre gattini col badile: 70enne denunciato per violenza animale

Uccide tre gattini col badile: 70enne denunciato per violenza animale

Uccide tre gatti colpendoli con un badile: identificato dalla Polizia municipale grazie alla segnalazione di una cittadina, è stato denunciato per violenza sugli animali con l’aggravante della crudeltà.

Catwoman dovrebbe dare qualche frustratina a chi si rende responsabile di azioni di violenza sugli animali

Catwoman dovrebbe dare qualche frustatina a chi si rende responsabile di azioni di violenza sugli animali

L’episodio è accaduto lo scorso venerdì 30 settembre, poco prima delle 19 lungo via Bacone, la via Emilia per Modena. Protagonista un uomo di 70 anni: l’anziano, dopo aver ucciso i tre gatti appena nati servendosi di un badile, si è diretto verso il canale che fiancheggia la strada statale con l’intenzione di sbarazzarsi dei cuccioli uccisi. La scena è stata però notata da una giovane donna di passaggio che, vedendo i cuccioli e credendoli ancora vivi, si è fermata offrendosi di adottarli, affinché l’uomo desistesse dalle sue intenzioni. Per tutta risposta, non solo l’anziano ha preso la giovane a male parole, ma le ha urlato di aver già posto fine alla vita degli animali, colpendoli con il badile, per limitare la popolazione felina intorno alla propria abitazione. Dopo aver gettato gli animaletti dall’argine nel canale, l’anziano è sparito all’interno di una casa poco distante.

A quel punto la giovane, allarmata dal gesto sconsiderato e vedendo i gatti immobili, ha segnalato l’accaduto ad una pattuglia della Polizia municipale, in servizio lungo la via Emilia: gli agenti sono riusciti a risalire e ad identificare l’uomo che è stato poi denunciato per aver causato, con l’aggravante dell’ingiustificata crudeltà, la morte dei tre cuccioli. Le carcasse dei gattini, recuperate dal servizio veterinario, sono a disposizione dell’Autorità giudiziaria per l’esame autoptico. Le ferite visibili anche ad occhio nudo, tuttavia, lasciano pochi dubbi su quanto accaduto e sulle cause del decesso, causato della rottura dell’osso del collo.

Oltre alla denuncia, gli agenti della Polizia municipale hanno avviato ulteriori verifiche per accertare se quanto accaduto sia stato un episodio isolato o se si sia trattato di un reato perpetrato negli anni dalla stessa persona.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.