HomeReggioTerremoto, la Cia lancia l’allarme speculazione

Terremoto, la Cia lancia l’allarme speculazione

La Cia di Reggio Emilia denuncia quelli che definisce “tentativi speculativi” a danno di produttori di latte della provincia reggiana. Il responsabile Economico della Cia, Giorgio Davoli denuncia infatti:

“Oltre al danno si rischia la beffa. I produttori di latte destinato a Parmigiano Reggiano venduto a caseifici privati, stanno infatti ricevendo in questi giorni lettere da parte dei loro primi acquirenti che oltre a disdire i contratti stipulati tra le parti, richiedono anche la corresponsione delle spese sostenute per il maggiore onere nel trasporto del latte, ed in alcuni casi rimandano il pagamento del latte consegnato loro dagli allevatori di bovini”.

“E’ singolare – prosegue Davoli – che a seguito degli eventi calamitosi che hanno colpito le strutture di trasformazione e gli stessi allevamenti zootecnici, gli industriali del latte richiedano i danni proprio ai loro fornitori”.

“Data la difficile situazione che si è venuta a creare – afferma Davoli – crediamo debba esserci nelle filiere agricole ed in primis in quella del latte, che è la prima per la quale registriamo uno stato di fibrillazione. Riteniamo che ci si debba muovere con buon senso e che nessuno dei soggetti possa agire pensando solo a se stesso: noi ci batteremo affinché tutti i soggetti attivi nelle filiere del latte (che abbiano subito danni) possano ricevere gli aiuti e gli indennizi  che potranno arrivare dalla regione, dallo stato ,dalla UE. Da parte nostra tuttavia tuteleremo anche per vie legali i nostri soci verso i quali non ci sia rispetto degli accordi sottoscritti, ed Invitiamo le istituzioni preposte a vigilare sui fenomeni speculativi in atto”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.