HomeCulturaSoli Deo Gloria ricorda Alberto Agazzani

Soli Deo Gloria ricorda Alberto Agazzani

alberto_agazzani_3Si svolgerà nell’auditorium “Gianfranco Masini” dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri – Claudio Merulo” (a Reggio in via Dante Alighieri, 11) il prossimo concerto della rassegna “SoliDeo Gloria. Organi, Suoni e Voci della Città” in programma per mercoledì 16 novembre alle ore 21. La serata, durante la quale si esibiranno al pianoforte a quattro mani Manila Santini e Aldo Orvieto, sarà dedicata al critico d’arte Alberto Agazzani, molto noto in città, scomparso il 16 novembre del 2015.

Il programma prevede musiche di Franz Schubert (Fantasia per pianoforte a quattro mani in fa minore D.940) e Anton Bruckner (Sinfonia n.3 in re minore WAB 103 – trascrizione per pianoforte a quattro mani di Gustav Mahler). L’ingresso è libero, ma limitato ai posti disponibili.

Note biografiche degli interpreti

Manila Santini si diploma nel 2000 col massimo dei voti e la lode al conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. Si è perfezionata con docenti di fama internazionale quali Roberto Cappello, Aquiles Delle Vigne, Alfredo Speranza, Piernarciso Masi e Roberto Szidon frequentando la Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo e la Hogeschool voor Muziek en dans di Rotterdam nella quale ha ottenuto il Master Degree con il massimo dei voti. Ha inoltre conseguito il diploma accademico di II livello in Discipline Musicali sotto la guida di Roberto Cappello presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma.

È vincitrice di premi in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che come musicista da camera. Si è esibita in sale prestigiose quali la Salle Gothique dello Stadhuis di Bruxelles, la Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, il Teatro Municipale di Piacenza, il Salone del Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, l’Auditorium Paganini e l’Auditorium del Carmine di Parma, il Teatro do Campo Alegre a Porto, la Juriaanse saal al De Doelen di Rotterdam nell’ambito del Festival Gergiev 2003 e dell’Operadagen 2005, il Ridotto del Teatro Regio di Parma nell’ambito del Festival Verdi 2010 e 2012, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato, nell’ambito della XXI edizione del Ravenna Festival, con l’Hamburg Ballet per la prima italiana di Waslav, Hommage aux Ballets Russes, eseguendo musiche di J. S. Bach su coreografie di John Neumeier.

È docente di pianoforte all’Istituto Superiore di Studi Musicali Achille Peri di Reggio Emilia e l’Istituto Musicale Angelo Masini di Forlì. Dopo gli studi al Conservatorio di Venezia, Aldo Orvieto incontra Aldo Ciccolini, al quale deve molto della sua formazione musicale. Ha inciso più di sessanta dischi dedicati ad autori dell’età classica e del Novecento per le case italiane Dynamic, Stradivarius, Ricordi, Nuova Fonit Cetra; a livello internazionale per ASV e Black Box Music e Onyx Classic (London), Cpo (Georgsmarienhütte), Mode Records (New York), Naxos (Hong Kong), Hommage (Hamburg), Winter & Winter (München) riscuotendo unanime consenso della critica.

Ha registrato produzioni e concerti per le principali radio europee tra cui: BBC, RAI, Radio France, le principali Radio tedesche (WDR, SDR, SR), le Radio svizzere (RTSI, DRS), la Radio Belga (RTBF), la Radio Svedese. Ha suonato e registrato dischi come solista con molte orchestre tra cui la Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, del Comunale di Bologna, dell’Arena di Verona, dell’ORT di Firenze, l’Ensemble 2e2m di Parigi, Accroche Note di Strasburgo, l’Orchestra di Padova e del Veneto e in formazioni da camera con prestigiosi complessi di fama internazionale.Ha svolto intensa attività concertistica e discografica, ha partecipato a molte prime esecuzioni assolute e gli sono state dedicate nuove composizioni, è stato costantemente presente nei più importanti festival dedicati alla musica moderna e contemporanea.

Nel 1979 è stato tra i fondatori dell’Ex Novo Ensemble e, nel 2004, della rassegna concertistica Ex Novo Musica. La rassegna è promossa da Comune di Reggio Emilia – Servizio Istituzioni Culturali; Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla; Ufficio Beni Culturali – Nuova Edilizia; Museo Diocesano di Reggio Emilia – Guastalla; Fondazione Cassa di Risparmio di Reggio Emilia Pietro Manodori; Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”; Reggio Iniziative Culturali; AERCO Associazione Emiliano-Romagnola Cori; Capella Regiensis; Italianclassics; i Comuni di Albinea, Casina, Rubiera, Sant’Ilario d’Enza e San Martino in Rio.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.