HomeAttualitàScegli il nome del tuo comune

Scegli il nome del tuo comune

«Scegli il nome del tuo Comune». In attesa di quello ufficiale, è partito un altro “referendum” tra la popolazione di Sant’Ilario d’Enza, Campegine e Gattatico. Con una lettera firmata dai sindaci Marcello Moretti, Paolo Cervi e Gianni Maiola e recapitata in tutte le case da lunedì 4 aprile, si invita chi vive sul territorio dei tre Comuni a partecipare alla scelta del nome del Comune unico che nascerà in seguito al referendum sulla fusione. Un questionario rivolto ai cittadini, le cui preferenze dovranno essere “depositate” entro il 16 aprile alle 19 in una delle urne collocate nei punti strategici dei tre comuni: in municipio, in biblioteca e in farmacia a Campegine e Sant’Ilario, in municipio e in biblioteca a Gattatico. Oltre a esprimere la propria opinione in merito alla rosa di nomi, i cittadini potranno anche indicare un nuovo nome per il Comune unico.

«L’obiettivo è creare nella cittadinanza ancora maggiore partecipazione e condivisione – sottolineano i sindaci – Il tema della fusione riguarda tutti ed è giusto che ognuno possa esprimersi. Soprattutto perché siamo di fronte a un cambiamento storico, che toccherà la vita di tutti. Spetterà esclusivamente ai cittadini di Sant’Ilario d’Enza, Campegine e Gattatico decidere. Siamo convinti, per tante buone ragioni che abbiamo spiegato e continueremo a spiegare – concludono – che il Comune unico rappresenti lo strumento più forte e incisivo per intraprendere la via di un nuovo sviluppo. Ma abbiamo voluto rimetterci completamente e senza scorciatoie alla decisione dei cittadini tramite il referendum, promuovendo il loro coinvolgimento attraverso un percorso partecipativo, che comprende anche il questionario sul nuovo nome del Comune unico».

nomi finora emersi – proposti dai consigli comunali ed esito del percorso partecipativo che negli ultimi mesi ha coinvolto tantissimi cittadini – sono Campidenza, Olmo d’Enza, Oltrenza, Piana dell’Enza, Pianure Matildiche, Tannetum, Terre dei Fontanili, Terre dei Fratelli Cervi, Val d’Enza Nord. Una lista che sarà emendata e integrata sulla base delle preferenze espresse dai cittadini nel questionario, prima di arrivare alle proposte finali che saranno votate in occasione del referendum.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.