Sarà Unindustria
Confapi dice sì alla fusione,
la Carbognani salva la faccia

Dopo il mancato quorum dell’assemblea di lunedì scorso e le polemiche che ne sono seguite, ieri sera i soci di Confapi hanno detto sì alla fusione con gli Industriali. A sorpresa dunque l’assemblea ha ribaltato i pronostici votando a maggioranza bulgara per la confluenza dell’associazione in Unindustria. Una vittoria per la presidente Cristina Carbognani che, dopo essere finita nel mirino dei vertici nazionali dell’associazione, ha evitato una clamorosa sconfitta.

Cinque giorni fa l’assemblea non aveva raggiunto il quorum necessario del 75%: un segnale che non lasciava presagire nulla di buono per la presidente. Stavolta però il sì all’unione è arrivato quasi all’unanimità I soci di Confapi Reggio hanno prima votato l’uscita dall’associazione nazionale e poi la confluenza in Unindustria. La nuova associazione avrà più di 1.200 aziende associate: le attuali  500 di Confapi e le 750 di Industriali.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS