HomePrima paginaRetromarcia blu5200 firme contro la sosta a pagamento o “tassa Gandolfi”

Retromarcia blu
5200 firme contro la sosta a pagamento o “tassa Gandolfi”

2700 firme raccolte dai sindacati ospedalieri contro l’attuale organizzazione della sosta in zona ospedale (zona H), 2500 contro quella della zona C sempre di Reggio. Migliaia di firme in pochi giorni contro il piano Gandolfi, dal nome dell’assessore alla viabilità (Paolo) che ha dato un giro di vite senza precedenti alle strisce blu del comune capoluogo. Rendendo in pratica tutta la città o quasi a pagamento.

La prima ondata di firme, in supporto ad una protesta mai vista prima da parte dei dipendenti del Santa Maria, ha costretto il sindaco Graziano Delrio ad aprire un tavolo di confronto per riorganizzare i parcheggi delle vie attorno all’arcispedale. Nel costo e nella durata della sosta. La seconda, consegnata oggi (giovedì 7 febbraio) in municipio, costringerà probabilmente la giunta a rivedere complessivamente un’ordinanza che ha suscitato malumori sia nei residenti che nei passanti.

E così mentre Paolo Gandolfi si appresta a vivere da politico una tornata elettorale che potrebbe riservargli un posto al Parlamento, da amministratore sta passando brutti momenti e di scarso gradimento popolare. Una partenza per la Capitale che suonerebbe oltremodo opportuna

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.