HomeAttualitàReggiolo: il consigliere comunale Negri indagato per il blitz skinhead

Reggiolo: il consigliere comunale Negri indagato per il blitz skinhead

C’è anche il consigliere comunale di Reggiolo Manuel Negri, già candidato sindaco di una lista civica, attualmente legato al movimento politico del sindaco di Verona Flavio Tosi, figura tra i sei indagati del Fronte Veneto Skinhead ritenuti responsabili di aver collocato nella notte del 19 novembre delle sagome umane di cartone e finti manifesti da morto davanti alle sedi del Pd di Reggio e Correggio, oltre che della Caritas di Reggio Emilia, per protesta contro la politica di accoglienza degli immigrati e contro la legge sullo ius soli. Negri, come gli altri indagati, ha subito una perquisizione domiciliare e  contro di lui il sostituto procuratore di Reggio Emilia Maria Rita Pantani ha formalizzato un’accusa di minacce gravi.

A Reggiolo il sindaco Angeli, appreso che Negri figura tra i presunti responsabili dell’operazione di contro-informazione degli skinheads  nei confronti del Pd, “ha convocato d’urgenza il gruppo di maggioranza per discutere del fatto e delle iniziative da intraprendere in consiglio comunale”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.