Piano Masini addìo, la nuova Provincia “rinuncia” alle Fiere

Manghi2Benvenuti alla Fieruscita dagli impegni. La Provincia si sfila, ragazzi. E tanti saluti al piano di salvataggio abbozzato dalla precedente presidente dell’ente, Sonia Masini. Il nuovo numero uno, Gianmaria Manghi, ha deciso di annullarlo, convocando per il 29 dicembre una seduta di consiglio provinciale in cui all’ordine del giorno c’è proprio la delicata situazione delle Fiere di Reggio e il relativo annuncio della rinuncia al conferimento del pacchetto azionario di Autobrennero da parte della Provincia in favore di FieREmilia, la propria controllata, “per poter dare attuazione al piano integrativo del concordato di Reggio Emilia Fiere: azioni che l’ente ha in seno al suo patrimonio, per un valore stimato in 15 milioni di euro“.

Nella sua nota, la Provincia fa presente che l’ente “deve rideterminare il proprio ruolo, in coerenza con il riassetto funzionale dell’ente voluto dalla Legge Delrio e con il severo taglio imposto dalla Legge di Stabilità al comparto delle Province (un miliardo di euro a livello nazionale e oltre 21 milioni di euro a livello locale), svincolando le azioni Autostrada del Brennero SpA precedentemente destinate al piano concordatario di Reggio Emilia Fiere“.

Niente Babbo Natale, dunque, solo un Ponzio Pilato, anche se lo stesso presidente Manghi (foto) cerca di mostrare il lato rassicurante della vicenda: “Siamo consapevoli – afferma – che le Fiere sono un patrimonio della città, ed è doveroso cercare di non scrivere la parola fine su una società che oggi sta lavorando con positività. Se infatti il pubblico non è nelle condizioni di procedere su questo cammino per sopravvenute esigenze oggettive, non ci sottraiamo all’impegno di cercare soluzioni ulteriori, che possano cioè coinvolgere dei soggetti diversi per dare linfa vitale a Fieremilia e consentirne il proseguimento. A tal fine, non solo la Provincia, ma anche il Comune di Reggio sono ingaggiati per provare a cercare delle valide alternative e affinché possa restare in attività un comparto che va ritenuto importante per il nostro territorio“.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS