HomeAttualitàPer non dimenticare

Per non dimenticare

400x3001359115891610MEMORIAEra il 27 gennaio del 1945 quando i soldati dell’Armata Rossa entrarono ad Auschwitz, rivelandone al mondo l’orrore. Furono pochissimi gli uomini e le donne che riuscirono a sopravvivere ad esso, costretti loro malgrado a portare da allora sulle proprie spalle il peso di un’indicibile esperienza di annullamento e di morte.

Per non dimenticare il genocidio nazista, e fascista, e tenere vivo il ricordo dei milioni di uomini, donne e bambini innocenti annientati da quella barbarie, torna anche quest’anno il ‘Giorno della Memoria’, che a Reggio Emilia si articola in una serie di eventi e iniziative promossi dal Comune e dalla Provincia, con l’ausilio di un Comitato per le celebrazioni, del quale fanno parte Anpi, Alpi-Apc, Anppia, associazioni Combattentistiche e d’Arma, Cgil, Cisl, Uil, Comitato democratico costituzionale, Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia, istituto Alcide Cervi, Istoreco e Ufficio Scolastico provinciale di Reggio Emilia, Università di Modena e Reggio Emilia. Ne sono promotori anche polisportiva Zelig, associazione 5T, associazione Eutopia, istituto superiore di studi musicali Peri-Merulo, museo Cervi di Gattatico.

Numerosi e articolati dunque i contributi alla Giornata, in un cartellone che elenca oltre 30 iniziative, che proseguiranno fino alla fine di gennaio. Cardine della Giornata sarà come sempre la cerimonia ufficiale di lunedì 27 gennaio (ore 10), con la deposizione della corona commemorativa e le pubbliche letture degli studenti delle scuola medie reggiane, nella Sinagoga di via dell’Aquila 3/a. Parteciperanno la presidente della Provincia Sonia Masini, l’assessore comunale alla Cultura Giovanni Catellani e, in rappresentanza della comunità ebraica reggiana, Alberta Sacerdoti. Inoltre, nel pomeriggio (ore 17), nell’aula magna dell’Università, in viale Allegri 9, lo storico Georges Bensoussan, del Memorial della Shoah di Parigi, parteciperà alla presentazione del volume ‘L’eredità di Auschwitz. Come ricordare?’ (Einaudi, 2014). All’incontro, dal titolo “La Shoah, tragedia storica e usi politici”, parteciperà tra gli altri l’assessore comunale all’Educazione Iuna Sassi.

Ma gli appuntamenti sono numerosi e, alcuni, già in corso. Numerosi quelli dedicati ai ragazzi delle scuole, in un fil rouge che unisce teatro, cinema ed eventi nelle biblioteche del circuito cittadino, nel cinema Rosebud e in altri luoghi. Tra questi, l’Atelier Bligny, in via Bligny 52, dove sono in programma tre intense giornate (25, 26 e 27 gennaio) di iniziative promosse da Circoscrizione Nordest e associazione Eutopia, tra le quali, sabato 25, dalle ore 20 alle 6.30 del giorno successivo, la visione integrale del film di Claude Lanzmann “Shoah”, commentata da numerosi ospiti.

Infine, fuori dal programma ufficiale, da segnalare una iniziativa in preparazione da parte della scuola dell’infanzia “Anna Frank”, dal titolo “Anna esce…cosa succederà?”, che nel pomeriggio di giovedì 30 gennaio, nei pressi della biblioteca di Rosta Nuova, coinvolgerà tutta la scuola e il quartiere.

Qui il programma completo delle iniziative

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.