HomeAttualitàPark Vittoria: il Pd si nasconde dietro un tavolo

Park Vittoria: il Pd si nasconde dietro un tavolo

Nella sostanza l’ordine del giorno approvato lunedì sera dal Consiglio comunale non cambia nulla. Avanti tutta con i lavori del parcheggio interrato di piazza della Vittoria nonostante la protesta di commercianti e residenti, presenti in gran numero in Sala del Tricolore per assistere al dibattito sulla mozione popolare. Per dare un “contentino” al pubblico, il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno presentato dal consigliere Roberto Salsi del Pd, sottoscritto dai consiglieri Vecchi, Cavatorti, Pierferderici (Pd) e Nasuti di Sel, con 21 voti a favore (Gruppi proponenti) e 10 contrari (Progetto Reggio, Lega nord, Reggio 5 stelle, Reggio città attiva, Udc, Barbieri del Misto).L’odg impegna la Giunta “a proseguite l’iter attuativo del project financing; ad istituire in tempi brevi un tavolo permanente di confronto con i cittadini e i commercianti direttamente interessati e coinvolti dall’investimento su piazza della Vittoria al fine di monitorare costantemente lo stato di avanzamento e di attuazione del progetto; a fornire in quella sede e nella commissione consiliare competente ogni necessaria informazione e rassicurazione circa le preoccupazioni di natura tecnica e di sostenibilità economica e finanziaria dell’intervento, a concertare azioni e iniziative volte a mitigare l’impatto di disagio derivante dal protrarsi del cantiere, infine a garantire la disponibilità dei soggetti attuatori a convenire modalità e forme di un confronto periodico e permanente sulle problematiche inerenti l’attuazione del progetto”.

Quando la presidente Caselli ha letto l’esito del viti, ci sono stati alcuni momenti di tensione. Dai posti riservati al pubblico si sono levate urla di contestazione all’indirizzo della maggioranza: “Vergogna, vergogna!” ed è stato anche esposto uno striscione con la scritta “Giù le mani della città”.

Il Consiglio comunale ha invece respinto la stessa mozione di iniziativa popolare che chiedeva di posticipare di 24 mesi l’avvio dei lavori in piazza della Vittoria. La votazione ha avuto il seguente esito: 19 voti contrari (Pd); un astenuto (Sel) e 11 voti a favore (Progetto Reggio, Udc, Reggio 5 Stelle, Città attiva, Lega Nord, Barbieri e Riva del gruppo Misto). Il Consiglio ha infine respinto la mozione presentata dal gruppo Progetto Reggio, con la quale si richiedeva alla giunta di verificare la possibilità di addivenire a una risoluzione della concessione al privato (società di progetto concessionaria, esecutrice dei lavori nella piazza e gestore del parcheggio), ovvero di non approvare il progetto esecutivo del parcheggio di piazza della Vittoria. In questo caso la votazione ha avuto il seguente esito: 21 contrari (Pd, Sel); un astenuto (Riva del Gruppo Misto); 10 voti a favore (Progetto Reggio, Udc, Reggio 5 stelle, Reggio città attiva).

Nulla dunque cambia nelle intenzioni della giunta, che nei giorni scorsi per bocca dell’assessore Mimmo Spadoni aveva già annunciato di procedere nonostante le proteste.

Riferendosi all’iniziativa dei proponenti la mozione popolare, il vicesindaco Ugo Ferrari ha detto che si tratta di “reazioni comprensibili, perché il centro storico è dove sono racchiuse le radici di una città. Occorre però riconoscere che l’Amministrazione comunale sulla città storica ha investito molto, con una progettazione strategica volta al rilancio, attraverso il Piano di riqualificazione urbana, che ha permesso di riconsegnare ai cittadini un sistema di luoghi pubblici e piazze riqualificati, ed attivando importanti investimenti su edifici storici. Continueremo ad investire in questa direzione, il progetto di piazza della Vittoria si inserisce in questa progettazione e l’interesse pubblico sta proprio nella restituzione di un luogo pubblico di grande pregio alla vita della città. L’intervento nell’area Zucchi e la riqualificazione di piazza Martiri del 7 Luglio non avrebbero senso senza la realizzazione di autorimesse interne. Tra gli obiettivi, anche in questo caso, vi è la volontà di favorire la residenzialità in centro storico; abbiamo sempre detto: favorire la residenzialità, non portare traffico in centro”.

 

Ultimi commenti

  • resoconto grottesco. Bel giornalismo…

  • E’ ciò che avviene in questo disastrato Paese che è grottesco. Il giornalismo, bello o brutto, non può che adeguarsi…