HomePrima paginaL’era delle multeComune di Reggio –Giudice di pace 3-0

L’era delle multe
Comune di Reggio –
Giudice di pace 3-0

Il triplete del comune di Reggio verso il giudice di pace, in genere propenso a dare ragione ai cittadini, si è concretizzato in pochi giorni in diverse circostanze che hanno comunque sempre toccato l’ambito delle contravvenzioni. In tre distinti casi infatti il tribunale ha accolto il ricorso e ribaltato le decisioni del giudice per casi destinati a far discutere.

Innanzitutto ha ribadito la validtà di una multa comminata a un cittadino che è passato col rosso ad un semaforo sotto gli occhi della polizia municipale. Nonostante l’assenza di fotografia e constatazione immediata ventilata dal giudice come motivo valido per annullare la multa, la parola dei poliziotti, in qualità di pubblici ufficiali, ha avuto ragione sull’automobilista frettoloso.

Un altro reggiano invece aveva fatto ricorso sempre dopo essere passato col rosso adducendo un non meglio precisato stato di necessità e il giudice aveva confermato la sanzione pecuniaria annullando però la decurtazione dei punti dalla sua patente. Il tribunale ha però ribaltato la cancellazione dei punti perché al giudice di pace non sarebbe consentito l’azione di cui si diceva.

Infine il caso di un accertatore di sosta che aveva multato un cittadino sorpreso a transitare sulla corsia dei bus. Il giudice aveva accolto il ricorso del cittadino sostenendo la mancata qualifica dell’accertatore nel comminare multe oltre i compiti specifici. Risultato ribaltato anche in questo caso e una morale finale: attenzione cittadini frettolosi e automobilisti sbadati il vento sta cambiando

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.