HomePrima paginaLa scossa/2Scuole evacuate, danni a Bagno e alla chiesa di Brescello

La scossa/2
Scuole evacuate, danni a Bagno
e alla chiesa di Brescello

Scuole evacuate in tutta l’area interessate dal sisma. Bambini e ragazzi sono stati fatti uscire e rimandati a casa, mentre sono in corso le verifiche dei vigili del fuoco e dei tecnici. La situazione più preoccupante riguarda la scuola di Bagno, dove si sono aperte due crepe. L’edificio probabilmente non sarà dichiarato agibile immediatamente, così come la scuola di Castelnovo Sotto dove sono stati rilevati lievi danni. Come spiegano i tecnici della protezione civile e dei vigili del fuoco si tratta di provvedimenti a scopo precauzionale in quanto non ci sono pericoli di stabilità per gli edifici. Anche in città sono state evacuate diverse scuole elementari mentre centinaia di studenti si sono riversati nel cortile del polo di via Makallè nei minuti successivi alla scossa.

Negli edifici scolastici che ospitano 21 scuole superiori – ha comunicato la Provincia – non sono stati rilevati danni strutturali dai tecnici che subito dopo la scossa di terremoto hanno effettuato sopralluoghi negli istituti, operazioni che stanno terminando in queste ore. Gli studenti sono stati evacuati secondo i protocolli per la sicurezza previsti in questi casi, ma le lezioni hanno potuto riprendere dopo poco. Anche nei poli scolastici – dove di mattina la densità di persone arriva a toccare diverse migliaia di unità, tra docenti, studenti e operatori – le operazioni di evacuazione si sono svolte con ordine e senza criticità.

I sopralluoghi stanno tuttora impegnando una decina di tecnici, tra dirigenti e funzionari del servizio Infrastrutture della Provincia, che subito dopo la scossa si sono attivati dividendosi in gruppi e raggiungendo le scuole del territorio, dalla Bassa alla Montagna. Una volta sul posto, accompagnati dagli operatori scolastici competenti per la sicurezza, hanno analizzato lo stato degli edifici e le crepe nei muri che venivano eventualmente segnalate. Il numero di edifici controllati ammonta a una settantina di fabbricati (tra edifici scolastici e palestre). Impegnati nelle verifiche anche i tecnici del Comune e una quarantina di agenti della Polizia municipale, in servizio e di pattuglia, che hanno provveduto a controllare immediatamente ponti, sovrappassi e sottopassi stradali, mentre gli agenti in servizio nelle Circoscrizioni hanno proceduto a uno screening rivolto a fabbricati comunali, scuole in particolare.

In serata, ultimate le verifiche, è giunta la comunicazione che tutte le scuole di Poviglio, Boretto, Brescello, Castelnovo di Sotto e Gualtieri,  (dai Nidi d’infanzia alle Scuole Secondarie di Primo grado, comprese le Scuole Materne parrocchiali) saranno aperte e le lezioni si svolgeranno regolarmente. Le verifiche effettuate congiuntamente dalla Protezione Civile Provinciale e dagli Uffici Tecnici dei Comuni interessati dalla scossa sismica di questa mattina, hanno infatti rilevato che gli edifici scolastici non hanno subito lesioni strutturali.

Verifiche sono state effettuate anche negli edifici più antichi, in particolare nella chiesa di Santa Maria Nascente a Brescello, celebre per essere stata la location dei film di don Camillo e Peppone, all’interno della quale sono vaduti calcinacci. A riferirlo il vicesindaco Andrea Setti. “La chiesa, meta di tante visite dei turisti, è antica e ha subito alcuni danni: sono caduti alcuni calcinacci dalla volta interna – spiega Setti – ma fortunatamente non c’erano persone all’interno e quindi non ci sono feriti”. Al momento la chiesa e’ stata transennata.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.