HomeAttualitàIren: la commissione non chiarisce i dubbi

Iren: la commissione non chiarisce i dubbi

vampiren_555A rispondere direttamente alle domande dei consiglieri di minoranza e della nutrita truppa di cittadini che ha preso parte all’apposita commissione consiliare sul caso Iren, è stato direttamente il sindaco Luca Vecchi. Che non ha lesinato bordate dirette all’ormai ex amministratore delegato Nicola De Sanctis, quello della buonuscita da 900mila euro dopo un anno di lavoro e la cui maxi liquidazione ha fatto scattare a fine novembre una clamorosa protesta di piazza davanti alla sede municipale.

Sollecitato a rispondere dalle mille domande emerse dall’animata seduta, il sindaco di Reggio ha accusato sostanzialmente De Sanctis di non aver presentato quel piano industriale tanto caro, nelle intenzioni, al management della multiutility alle prese con numerosi problemi. Cioè non avrebbe compiuto il suo ben remunerato dovere.

Sul fronte poi degli stipendi d’oro dei manager Iren, Luca Vecchi ha scaricato le responsabilità sulle dinamiche interne della società ricordando come, dopo la protesta di piazza di fine novembre, il nuovo ad Massimiliano Bianco intascherà invece circa 100mila euro annui in meno rispetto al suo predecessore.

Questa la difesa da parte dell’amministrazione ma sono diversi i nodi che restano aperti; davvero Bianco percepirà meno di De Sanctis al netto degli incarichi da amministratore sommati al lavoro dirigenziale? E’ vero che i compensi vengono decisi dal Comitato remunerazioni ma c’è sempre l’Assemblea dei soci, coi sindaci in prima fila, che in quella sede può stopparli. Resta poi il casus belli De Sanctis: se non ha portato a termine quello che gli era stato richiesto, perché resterà in carico ad Iren anche per tutto l’anno in corso con altre importanti mansioni?

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.