HomePrimo pianoIren e le bollette pazze, quegli errori sempre “al rincaro”

Iren e le bollette pazze, quegli errori sempre “al rincaro”

Casi di bollette pazze in aumento? E come mai la “pazzia” si manifesta sempre a favore dell’azienda, come nel caso di Iren, e sempre a sfavore del cittadino-utente?

La riflessione odierna parte da Francesco Fantuzzi, di Un’altra Reggio, che in una nota stampa scrive: “Ormai sono sempre più numerose le segnalazioni che mi giungono da parte di cittadini che contestano bollette pazze. E, guarda caso, dopo l’iniziale smentita, l’azienda è costretta ad ammettere l’errore. Rigorosamente a proprio beneficio. Una coincidenza o altro? L’ultimo caso è quello allegato: una bolletta stratosferica per il servizio gas, pari a 1.231 euro, che riportava un consumo extra di quasi 200 metri cubi, successivamente giustificati in modo ovviamente implausibile con una fuga di gas e un successivo intervento tecnico che, curiosamente, non ha rilasciato alcuna documentazione scritta

Tra una riflessione e l’altra c’è lo spazio – e ampio – per i cattivi pensieri: “Gli errori di Iren continua Fantuzzi – ormai si manifestano sistematicamente allo stesso modo e sempre a suo vantaggio, mai il contrario; i casi, evidentemente, sono due, entrambi di un certo rilievo: o il sistema informativo e contabile non è adeguato o esiste qualcosa d’altro. La gravissima situazione finanziaria in cui Iren si dibatte non aiuta certo a sgombrare le perplessità e i dubbi di andreottiana memoria. Iren è anche nostra: non potersi più fidare di un’azienda nata sul territorio e in mezzo ai cittadini è umiliante e inaccettabile. Qualcun altro, oltre al sottoscritto, ne chiederà conto al responsabile di questo disastro?“.

A pensare così si fa dunque peccato, ma come si fa a dire di essersi sbagliati?

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.