HomeReggioImpreseConfapi, no alla fusione con gli industriali. Carbognani sconfitta

Imprese
Confapi, no alla fusione con gli industriali. Carbognani sconfitta

Non è ancora il no definitivo al progetto di fusione con gli Industriali, ma i soci hanno dato un segnale forte e chiaro alla presidente Cristina Carbognani. E’ terminata con una fumata più nera che grigia l’assemblea di Confapi chiamata a deliberare sull’ingresso in Unindustria, il nuovo soggetto che dovrebbe nascere dal matrimonio con Assindustria. Alla fine non c’è stato il voto perché è mancato il quorum: presenti solo 245 soci contro i 310 necessari per deliberare, ovvero i 3/4 degli aventi diritto. Si tratta di un segnale forte che conferma il clima di tensione che da giorni agita l’associazione, divisa tra i sostenitori della linea della presidente e gli “autonomisti”. A pesare è stata soprattutto la “fronda” degli edili, che già nei giorni scorsi si erano espressi contro la fusione.

L’assemblea verrà riaggiornata venerdì alle 17.

Ultimo commento

  • spazion ai nuovi imprenditori e alle nuove imprese. diamo dignita’ alle imprese che si occupano di digitale. abbiamo imprese ict ricche e con un futuro, puntiamo su quelle. la politica si svegli. gli imprenditori vecchi fanno blocco contro il nuovo che avanza, occorre che cittadini e politica, insieme alle nuove imprese facciano blocco. stop al boicottaggio del manifatturiero. diamo spazio alle aziende che assumono qui, non quelle che delocalizzano o subappaltano la produzione all’ estero. carboniani , borghi et al portano la citta’ in un fosso. aiutiamo le aziende che hanno bisogno di laureati non quelle a cui serve manovalanza a basso costo. direttore faccia qualcosa, dica qualcosa.