HomeReggioIl presepe cerca casaUltimo appello per Beltrami nel giorno di S.Francesco

Il presepe cerca casa
Ultimo appello per Beltrami nel giorno di S.Francesco

L’occasione non poteva essere migliore; il giorno di S.Francesco, il Santo che a Greccio nella notte di Natale del 1223, almeno secondo Tommaso da Celano, inventò letteralmente il Presepe. Sull’onda della riforma francescana nel tentativo di ricostruire una devozione popolare fino ad allora fondante il popolo di Dio. L’ultima chiamata per il presepe di Giancarlo Beltrami non poteva che cadere qui. Il vescovo Adriano Caprioli infatti, celebrando la ricorrenza di S.Francesco davanti alle autorità, nella chiesa dei Cappuccini di via Ferrari Bonini a Reggio, ha voluto chiosare la sua omelia con un riferimento diretto. Tornando ad invitare l’artista sfrattato ad accettare l’ipotesi di quella chiesa come la soluzione ideale per collocare il suo presepe e le sue scene. Quale sede migliore per uno storico presepe che la chiesa di S.Francesco? Frati e loro superiori sono già d’accordo. Manca solo il sì di Beltrami. Che avevamo lasciato, la scorsa settimana, alle prese con l’ufficiale giudiziario in quel di S.Nicolò. La chiesa che ha ospitato le sue opere per una decina d’anni e che ora gli ha dato il benservito non essendo più disposta a fare da palcoscenico seppur ad un un’opera d’arte. Il fabbro ha già cambiato la serratura mentre l’inventariazione delle statuine prosegue. Poi si comincerà a staccare. Urge dunque, per il presepe di Beltrami, che rappresenta una fetta importante della storia della devozione popolare non solo reggiana, una sistemazione adeguata. “Sono certo che anche S.Francesco è d’accordo”, ha concluso il vescovo Caprioli. Parere più autorevole non poteva arrivare

Ultimo commento

  • Avatar

    ….quanta ipocrisia…..