HomeEventiGiareda: si parte giovedì

Giareda: si parte giovedì

giareda

Sarà nel segno dell’arte la 36^edizione della Sagra della Giareda, una delle manifestazioni più care ai reggiani in programma dal 3 all’ 8 settembre. La festa, che ruota intorno all’8 settembre e alla celebrazione della Natività di Maria, rappresenta un appuntamento dell’intera comunità, offrendo opportunità di relazione e riflessione attraverso gli incontri di preghiera e le celebrazioni liturgiche, gli eventi culturali e di intrattenimento.

Evento di forte rilievo culturale e spirituale è quest’anno la mostra dedicata alla pregevole produzione artistica di padre Fiorenzo Maria Gobbo dei Servi di Maria, di origini friulane, vissuto a lungo nella comunità dei Servi di Maria di Reggio, scomparso nel 2013, noto e apprezzato in ambito nazionale e internazionale per i suoi disegni, affreschi, mosaici, per le sue vetrate istoriate e le incisioni, per il suo lavoro di studioso e docente alla Pontificia facoltà teologica Marianum, oltre che uno degli artefici della Giareda.

Come ogni anno, saranno numerosi gli appuntamenti della Giareda in programma in corso Garibaldi e nelle sue immediate vicinanze, in piazza Prampolini, a porta Castello e in piazza XXIV maggio ad alzare il sipario sulla manifestazione nel cui programma è inserita anche la Giornata della cultura ebraica in programma il 6 settembre.

Un ruolo da protagonista sarà riservato alla musica: quella sacra con un concerto per organo e coro del Coro Harmony, quella profana classica e moderna con la Filarmonica città del Tricolore e quella ricca di suggestione delle campane presentata per la rassegna regionale dei campanari e proposta nell’ambito di Soli Deo Gloria.

Si rinnoveranno poi i tradizionali appuntamenti con gli “Altari fioriti”, le visite guidate al Museo della Basilica della Ghiara, la poesia dialettale. Senza dimenticare gli espositori lungo corso Garibaldi, con una ventina di stand di artigianato artistico, delle associazioni di volontariato e le classiche bancarelle lungo corso Garibaldi. Tornerà inoltre l’atteso appuntamento con la festa del Pan de Re e delle eccellenze reggiane, dislocata in piazza Gioberti e all’interno del cortile di palazzo Allende. La Provincia di Reggio Emilia inoltre il 3, 4 e 6 settembre proporrà nel cortile di Palazzo Allende conversazioni sull’Appennino nei territori Mab Unesco, il romanico mediopadano e l’ars canusina, la via matildica verso il Giubileo.

La giornata principale della Sagra sarà appunto l’8 settembre, festa della Natività della Beata Vergine Maria. Alle ore 11 nella Basilica della Ghiara si terrà la messa solenne, presieduta dal vescovo di Reggio Emilia e Guastalla Massimo Camisasca e animata dal canto del Coro diocesano, in apertura del nuovo Anno pastorale. Inoltre alle ore 18.30 si svolgerà la santa messa presieduta da monsignor Adriano Caprioli, vescovo emerito di Reggio Emilia e Guastalla, accompagnata dai canti del Coro della Ghiara.

Immagine simbolo di quest’edizione della Giareda sarà appunto un olio su intonaco del 1622 di Carlo Bonone, posto nella cupoletta della Cappella Gabbi o dell’Arte della Seta della Basilica. Nell’opera, dal titolo Beati misericordes (Beati i misericordiosi) il gesto accogliente della Madre di misericordia richiama quello del Padre misericordioso nei confronti del figlio prodigo della parabola del Vangelo di Luca.

La Ghiara si prepara così al Giubileo straordinario della Misericordia indetto da papa Francesco, che avrà inizio l’8 dicembre 2015 e terminerà il 20 novembre 2016: la Basilica della Ghiara, nelle intenzioni del vescovo Massimo avrà un ruolo di rilievo nella celebrazione di questo straordinario Anno Santo.

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.