HomeReggioFebbre azzurraReggio si prepara alla finalescordando i problemi

Febbre azzurra
Reggio si prepara alla finale
scordando i problemi

La sfida calcistica tra due Paesi economicamente tra i più disastrati è un’occasione unica per pensare ad altro almeno una notte, sperando ciascuno in un momento di gloria. Mai come in quest ore le sorti politiche delle nazioni europee si sono intersecate con le vicende del pallone: e così domenica sera dalle 20.45 a Kiev sarà finalissima tra Spagna e Italia. Ed anche Reggio si prepara alla partita col fiato sospeso pronta ad esplodere in caso di vittoria, così come già dimostrato nei quarti e in semifinale contro Inghilterra e Germania. Innanzitutto un pensiero alle persone ancora sfollate per il terremoto: sotto i tendoni anche domenica sera, nonostante il caldo torrido, ci saranno le televisioni al centro dello spazio. Poi ogni comune ed ogni manifestazione si stanno organizzando per vivere al meglio le emozionanti fasi dell’incontro contro le furie iberiche. A Reggio saranno numerosi i maxi-schermi, al parco Cervi per la festa dei giovani Pd, al centro sociale Buco Magico e in piazza Prampolini allestito dal comune. Ma quasi in ogni paese reggiano avrà una piazza con schermo più o meno grande per permettere al tifo di compattarsi e all’italiano di essere orgoglioso, una volta tanto, dei propri colori qualsiasi sarà il risultato finale. L’esserci arrivati in fondo è comunque motivo di grande soddisfazione. Sperando nella parate di Buffon, nell’estro di Pirlo e nella forza di Balotelli. Poi, in caso di trionfo, sarà di nuovo festa per le strade. Striscioni, manifesti, cori e clacson sono già pronti

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.