HomeAttualitàVerso il 18, l’appello di DonaStella Rossa: “Non aprite quei negozi!”

Verso il 18, l’appello di DonaStella Rossa: “Non aprite quei negozi!”

tifoIn vista del playoff di andata Sassuolo-Stella Rossa di giovedì 18 agosto al Mapei Stadium, la Confcommercio reggiana ha invitato i negozianti “a riflettere sull’opportunità di tenere chiuse le attività commerciali nell’intera giornata”.

A dirlo, in un post sulla sua pagina Facebook, è la stessa presidente Donatella Prampolini Manzini (ribattezzata DonaStella Rossa- ndr), preoccupata della pericolosità della tifoseria al seguito della squadra serba.

La gara è stata giudicata dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive “particolarmente a rischio, in considerazione dei numerosi e gravi incidenti che hanno visto i supporter serbi sgraditi protagonisti, anche nelle loro ultime, recenti, trasferte”.

“Siamo consapevoli – aggiunge la presidente – di chiedere uno sforzo economico importante in questo difficile momento, soprattutto per le attività stagionali, ma l’appello è frutto di una serie di valutazioni che ci portano a pensare che il rischio di tenere aperte le attività in queste circostante sia troppo elevato”. (Ansa)

*****

Qui sotto, il testo integrale dell’appello della presidente Confcommercio Imprese per l’Italia Reggio Emilia Donatella Prampolini Manzini

Chiedo agli amici di condividere questa comunicazione affinché abbia la massima diffusione tra le attività commerciali interessate dalla partita SASSUOLO-STELLA ROSSA

Carissimi Associati,

oggi si è svolto un incontro convocato con urgenza, per discutere delle misure di sicurezza da attuare in occasione della partita Sassuolo-Stella Rossa Belgrado in programma giovedì 18/08 alle 20:30 allo Stadio di Reggio Emilia.

Purtroppo la violenza dei tifosi serbi è nota, pertanto le misure di sicurezza da adottare saranno eccezionali.

Da parte del Comune di Reggio Emilia sono state previste una serie di iniziative volte ad isolare le zone coinvolte in questo evento. Sarà pertanto riservato uno spazio per i tifosi ospiti, in prossimità della zona Fiera di Reggio Emilia. L’area sarà rifornita dei beni e dei servizi di prima necessità e la società di trasporto Seta metterà a disposizione navette dedicate al trasporto dei tifosi nella zona stadio. Vi sarà una modifica della viabilità che verrà resa nota nelle prossime ore e alcune strade saranno chiuse. Probabilmente verrà anche adottata una ordinanza “anti-alcool” in tutte le aree interessate. La Protezione Civile sarà di supporto all’area.

Il Sassuolo Calcio ha reso noto che i biglietti per la squadra ospite saranno contingentati nel numero massimo di 1000 e che non sarà possibile l’acquisto di ulteriori titoli di accesso a Reggio Emilia. La squadra ospite arriverà nella giornata del 17/8 ed effettuerà l’allenamento pre-partita nella stessa serata.

Per quel che riguarda la tifoseria ospite, il reale oggetto di preoccupazione, sappiamo che sono avvezzi ad atteggiamenti violenti e pericolosi, pertanto la cosa più importante sarà cercare di mantenerli riuniti nella zona individuata a tal fine dal Comune di Reggio Emilia.

Chiaramente tutto ciò sarà possibile per i gruppi organizzati che arrivano con mezzi pubblici, ma sarà estremamente difficile per coloro che viaggeranno con auto privata. Per questo chiediamo a tutti gli albergatori associati di collaborare con la Questura segnalando gli arrivi di tifosi che viaggiano in maniera non organizzata.

Alla luce di quanto sopra esposto, al fine di garantire l’ordine pubblico e di non mettere a repentaglio persone e attività, gli associati che gravitano sulle zone di via Filangeri, via Morandi, via del Chionso, zona stadio, sono invitate a riflettere sull’opportunità di tenere chiuse le attività commerciali nell’intera giornata del 18 agosto. Lo stesso invito è stato fatto al Centro Commerciale “I Petali” e a tutte le attività nei dintorni, ivi comprese la palestra, la multisala e la piscina.

Siamo consapevoli di chiedere uno sforzo economico importante in questo difficile momento, soprattutto per le attività stagionali, ma l’appello è frutto di una serie di valutazioni che ci portano a pensare che il rischio di tenere aperte le attività in queste circostante sia troppo elevato.

Rimaniamo a disposizione di chiunque abbia necessità di assistenza o di ulteriori chiarimenti.

Un caro saluto”.

*****

È troppo sensuale, i calciatori si deconcentrano: così il club di Belgrado ha allontanato la cronista *** "Succede a Belgrado, dove Katarina Sreckovic lavora per un canale televisivo tutto dedicato alla Stella Rossa, la più popolare e tifate tra le squadre serbe. Ha 25 anni, un fidanzato normale (nel senso di non calciatore) e grande facilità con le lingue: parla serbo, inglese, un po’ di spagnolo e persino il cinese. Ha però una colpa imperdonabile: essere troppo bella, e fare troppo poco per nasconderlo" (Notizia di fine 2014)

*”È troppo sensuale, i calciatori si deconcentrano”: così il club di Belgrado ha allontanato la cronista*
“Succede a Belgrado, dove Katarina Sreckovic lavora per un canale televisivo tutto dedicato alla STELLA ROSSA, la più popolare e tifate tra le squadre serbe. Ha 25 anni, un fidanzato normale (nel senso di non calciatore) e grande facilità con le lingue: parla serbo, inglese, un po’ di spagnolo e persino il cinese. Ha però una colpa imperdonabile: essere troppo bella, e fare troppo poco per nasconderlo”. Ebbene sì: “Intervistava i giocatori biancorossi a bordocampo, ma il club le ha chiesto di non presentarsi più sul terreno di gioco, perché deconcentrava la squadra” (Notizia di fine 2014)

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.