HomePrima paginaBufera TranscoopTre indagati per estorsione in appalto Iren

Bufera Transcoop
Tre indagati per estorsione in appalto Iren

Tre indagati per estorsione, tutti di Transcoop, dopo un’intensa attività investigativa condotta dalla Mobile e diretta dal Sostituto procuratore Maria Rita Pantani. Si tratta del 58enne Vainer Montanari, responsabile del settore rifiuti della cooperativa di trasporti, del 57enne Villiam Burani, ex direttore generale e dell’ex dipendente Fabio Muleo, 39enne. L’ipotesi di reato, dicevamo, è quella di estorsione e si riferisce alla gara d’appalto indetta dall’ex Agac, oggi Iren, vinta da un’associazione temporanea di imprese, Ati, con capogruppo appunto Transcoop, per la raccolta e il trasporto di fanghi biologici prodotti da impianti di trattamento di acque reflue urbane e pulizia di letti di essicamento di impianti di depurazione. L’indagine è partita dopo la denuncia della presunta vittima, il titolare della Vacondio Paride di Gualtieri, impresa che faceva parte dell’associazione aggiudicataria ed avrebbe portato alla luce indebiti pagamenti ai tre indagati, sotto forma di false fatturazioni per lavori o consulenze mai prestate o contratti di affitto di terreni. In sostanza, secondo l’ipotesi accusatoria, i tre avrebbero minacciato Vacondio di far decadere la sua partecipazione ad Ati segnalando ad Agac presunte irregolarità e con questo stratagemma sarebbero riusciti a lucrare percentuali tra il 6 e l’8% sui servizi effettivamente svolti: fatturazioni per oltre 50mila euro tra il 2005 e la metà del 2009. Una nuova bufera per Transcoop dopo quella recente che ha visto un suo socio oggetto di un provvedimento antimafia del Prefetto sempre per lavori appaltati da Iren nel settore rifiuti

Ultimi commenti

  • Tutto e’ bello nel mondo cooperativo. La cooperazione e’ buona, gli altri cattivi.

  • Beh dov’è la novità ?