HomeEventiBollicine protagoniste al Caffè Arti e Mestieri

Bollicine protagoniste al Caffè Arti e Mestieri

Bollicine protagoniste al Caffè Arti e MestieriUn aperitivo con i migliori spumanti del Trentino, in uno dei ristoranti che i reggiani amano di più. L’appuntamento col buon vino e col buon cibo è per domani venerdì 28 e sabato 29 giugno, quando dalle 18,30 alle 20,30 il Caffè Arti e Mestieri dello chef pluristellato Gianni D’Amato aprirà i battenti a Trento Doc – istituto che racchiude trentanove realtà aziendali espressione della terra trentina – per un aperitivo diverso dal solito: un calice di Trentodoc da abbinare ai piatti di D’Amato, capolavori che hanno valso allo chef una serie infinita di riconoscimenti.

Due, le aziende agricole protagoniste dell’evento enogastronomico: Letrari e Cesarini Sforza Spumanti. Entrambe sono espressione di un marchio con un secolo di storia alle spalle e un disciplinare rigorosissimo, che il produttore è obbligato a seguire passo dopo passo fino a ottenere la denominazione di origine controllata, il sigillo di garanzia del metodo classico, di cui Trentodoc è il massimo rappresentante in Italia: oltre sette dei quasi venti milioni di bottiglie che in totale vengono consumate nel nostro Paese si produce infatti nelle aziende della provincia di Trento. E Reggio, spiegano gli organizzatori, è tra le città che più mostrano di apprezzare le bollicine.

Un’occasione quindi per scoprire nuovi sapori, in una cornice suggestiva nel cuore della città come il ristorante che il fondatore del Rigoletto, insignito delle due stelle Michelin, gestisce insieme al figlio Federico e alla moglie Fulvia Salvarani dall’inizio di quest’anno. Informazioni e prenotazioni (il costo dell’aperitivo è di 5 euro) allo 0522 431835 oppure trentodoc@meetingservice.it.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.