HomePrima paginaA ReggioloA fuoco nove autocarri, l’ombra della mafia

A Reggiolo
A fuoco nove autocarri,
l’ombra della mafia

Non è la prima volta e non sarà nemmeno l’ultima. Almeno fino a quando non si guarderà la realtà in faccia. Perché se nove camion vanno a fuoco qualcosa che non va evidentemente c’è. Gli autocarri, di proprietà dell’imprenditore Domenico Bonifazio di Cutro, titolare di una azienda di inerti, sono stati dati alle fiamme ieri sera verso le 21,30 in via Aurelia a Reggiolo. Un rogo che ha provocato danni per un milione di euro e ha tenuto impegnati i vigili del fuoco per diverse ore.

Per il momento gli inquirenti non si sbilanciano ma pare che per appiccare le fiamme sia stato utilizzato liquido infiammabile. I carabinieri che indagano sull’episodio insomma non credono che si sia trattato di un incidente, anche perché la sera prima nella Bassa parmense si è verificato un episodio simile. Intanto, la comunità reggiolese si mobilita e domani alle 12 ci sarà un presidio in piazza a Reggiolo promosso dall’Alleanza reggiana contro le mafie: “Nel ribadire che a Reggio Emilia non accettiamo alcuna intimidazione, chiediamo a qualsiasi cittadino in grado di fornire informazioni utili di collaborare con le forze dell’ordine perché i responsabili possano essere individuati e puniti severamente. Siamo certi che le indagini procederanno velocemente ed efficacemente come accaduto in altre occasioni. La legalità è un bene prezioso che deve essere difeso in ogni momento e da ogni cittadino nelle varie forme, sia attraverso manifestazioni pubbliche sia operando nell’osservanza e nel rispetto delle norme e pretendendo che la legalità sia rispettata da tutti”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Reggiolo Barbara Bernardelli: “Come rappresentante della comunità reggiolese so di farmi interprete di tutti i cittadini nell’esprimere forte preoccupazione per l’episodio che si è verificato questa notte, ma anche nel ribadire la più ferma condanna verso ogni tentativo di insinuare logiche totalmente estranee alla nostra cultura. Cultura che, da sempre, si fonda sulla solidarietà e l’accoglienza, ma anche – e soprattutto – sulla legalità e l’onestà. L’Amministrazione comunale, nel confermare che la nostra attenzione sarà ancora maggiore nel contrastare ogni possibile infiltrazione, ribadisce piena fiducia e massima collaborazione verso le Istituzioni e le Forze dell’ordine, che stanno già lavorando con impegno per fare chiarezza sull’episodio e assicurare i responsabili alla giustizia. Collaborazione che, sono convinta, arriverà anche da tutti i reggiolesi, che invito a partecipare domani alle 12 al presidio per la legalità che si terrà in piazza Martiri per ribadire il nostro no a ogni forma di violenza e di intimidazione”.

Ultimo commento

  • We still love Calabria