HomeReggioRuspe selvaggeEscavazioni illegali, così devastavano il greto dell’Enza

Ruspe selvagge
Escavazioni illegali, così devastavano il greto dell’Enza

Li hanno filmati per giorni mentre scavavano nel greto dell’Enza, in un’area protetta. Senza rispetto per le leggi e per l’ambiente, portavano via grossi quantitativi di ghiaia dal letto del fiume. Sono stati gli uomini del Corpo forestale a mettere fine allo scempio: nei guai è finito il titolare di un’azienda di escavazioni.

L’intervento del nucleo investigativo della Forestale è scattato lunedì a Barcaccia di San Polo: al termine di una lunga indagine, i militari hanno fermato l’escavatrice all’opera. Da giorni venivano asportati dal letto del fiume ingenti quantitativi di ghiaia dall’alveo del torrente.

Il materiale è stato sequestrato e sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la quantità di ghiaia asportata e i danni provocati all’ecosistema. Il titolare dell’azienda è stato denunciato per furto, danneggiamento, distruzione e deturpamento di area sottoposta a vincolo paesaggistico.

Ultimi commenti

  • queste cose mi fanno veramente incazzare, delinquenti.

  • il nome della ditta?

  • Queste cose in Po le fanno da 40 anni.

    Però provincie, regioni e stato non sono sempre state così attenti, soprattutto sulla riva destra.