23 comuni gay: la maggioranza degli enti locali reggiani “lo vuole”. Ma Rubiera tentenna…

comuni-arcobaleno-1Sono 23 i Comuni della provincia reggiana che il prossimo 3 giugno 2017 saranno in piazza a dimostrare il loro sostegno al REmilia Pride, il primo gaypride mediopadano che si svolgerà a Reggio Emilia. Oltre al Comune di Reggio Emilia, alla Provincia di Reggio Emilia e alla Regione Emilia-Romagna, manifesteranno per il matrimonio egualitario, tema del Pride, i comuni di: Albinea, Bagnolo in Piano, Bibbiano, Campegine, Carpineti, Casalgrande, Casina, Castelnovo di sotto, Castellarano, Cavriago, Correggio, Gattatico, Gualtieri, Novellara, Quattro Castella, Rio Saliceto, Rolo, San Martino in Rio, Sant’Ilario d’Enza, San Polo D’Enza, Scandiano e Vezzano sul Crostolo.

A questi si affianca il sostegno del Comune di Rubiera, che pur non avendo aderito con un patrocinio formale si è impegnato ad esporre fuori dal Municipio, per tutta la giornata del 3 giugno, la bandiera arcobaleno, simbolo di Arcigay.

18698021_10211546291884842_5277183462507223937_n

Il consigliere comunale Pd (Prezzemolino democratico) De Lucia celebra un’unione civile tra un uomo e un transessuale in sala Tricolore. Pare che sia la prima volta a Reggio

Sono già 23 i comuni della provincia – dice il presidente Alberto Nicolini – che hanno aderito al REmilia Pride, dalla montagna come Carpineti alla Bassa come Gualtieri. Tra questi, di tre in particolare ci rallegriamo: Rubiera, Quatto Castella e Correggio, paesi dove negli ultimi anni hanno avuto luogo gravi eventi omofobi, e che oggi si riscattano inviando un esplicito segnale positivo per la popolazione di gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e trans gender, per i loro amici e per le loro famiglie. Questo sostegno ci è oggi di grande aiuto, in un momento in cui il Pride di Reggio Emilia viene contrastato da alcuni estremisti come una “provocazione”. Lo voglio dire chiaramente. Il mio essere gay non è una provocazione: è una cosa bella, di cui vado orgoglioso, come orgogliosi dobbiamo essere tutti quando sappiamo essere allegramente noi stessi. Altro che “blasfemia”, il REmilia Pride è una cosa seria: abbiamo invitato amministratori, operatori e cittadini a parlare di come fare meglio a Reggio Emilia con temi come transessualità e lavoro, accoglienza ai migranti LGBTI, bullismo scolastico, bambini senza diritti delle famiglie gay e lesbiche, sessualità e disabilità. Il REmilia Pride è inclusione, e i Comuni che aderiscono creano ponti verso il futuro della cittadinanza tutta. E in Italia abbiamo davvero tanto bisogno di amministratori di questo tipo”.

Tredici realtà del mondo Lgbti – dell’Emilia Romagna, del Piemonte, della Lombardia e del Veneto – collaborano con il circolo Arcigay Gioconda all’organizzazione del REmilia Pride, sostenuti da venticinque tra enti locali e privati, associazioni. A questi si aggiungono 138 singoli cittadini che hanno scelto di sostenere il Pride tramite il crowdfunding e oltre 25 sponsor privati, tra cui singoli negozi del centro storico di Reggio Emilia: ultima ad avere aderito in ordine di tempo è stata la Cna di Reggio Emilia.

Tra i soggetti che appoggiano il Pride vi è inoltre Legacoop Emilia Ovest che, mercoledì 31 maggio, nell’ambito delle iniziative di #aspettandoilRemiliapride, promuove insieme ad Arcigay Gioconda una tavola rotonda sul contrasto all’omo-transnegatività. L’appuntamento è in programma dalle 18 alle 20 ai Chiostri della Ghiara di Reggio Emilia (via Guasco 6).

La tavola rotonda, in particolare, approfondirà il significato del Protocollo d’intesa per il contrasto all’omo-transnegatività e per l’inclusione delle persone Lgbt, firmato lo scorso 17 maggio 2017 da numerosi attori istituzionali reggiani (Comune, Azienda Ospedaliera, Forze dell’Ordine, Università, Arcigay…), a conclusione di un percorso di quasi quattro anni. Saranno presenti il segretario nazionale di Arcigay Gabriele Piazzoni, l’assessora alle Pari Opportunità del Comune di REggio Emilia Natalia Maramotti, Debora Buttani, responsabile del personale (Sicrea Group) – Legacoop, e il presidente di Arcigay Gioconda Alberto Nicolini. Seguirà un concerto organizzato dai Chiostri della Ghiara.
L’ingresso è libero.

***

REmilia Pride è promosso in collaborazione con Circolo Arcigay La Salamandra Mantova, Circolo Arcigay L’Atomo Piacenza, Circolo Arcigay Matthew Shepard Modena, il comitato Arcigay di Parma, Cassero Lgbti center di Bologna, Arcigay Nazionale, Circomassimo – Arcigay e Arcilesbica Ferrara, Circolo Arcigay Verona Pianeta Urano, Gruppo Jump, Polis Aperta, Agedo Bologna, Famiglie Arcobaleno – Associazione genitori omosessuali, Rete Genitori Rainbow, More Gay.


Il comitato promotore collabora con: Anpi Reggio Emilia, Regione Emilia-Romagna, Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Albinea, Comune di Bagnolo in Piano, Comune di Bibbiano, Comune di Campegine, Comune di Carpineti, Comune di Casalgrande, Comune di Casina, Comune di Castelnovo di sotto, Comune di Castellarano, Comune di Cavriago, Comune di Correggio, Comune di Gattatico, Comune di Gualtieri, Comune di Novellara, Comune di Quattro Castella, Comune di Rio Saliceto, Comune di Rolo, Comune di Rubiera, Comune di San Martino in Rio, Comune di Sant’Ilario d’Enza, Comune di San Polo D’Enza, Comune di Scandiano, Comune di Vezzano sul Crostolo, Ausl Reggio Emilia, Farmacie Comunali Riunite, Tavolo inter-istituzionale HIV Reggio Emilia, Cug Reggo Emilia, – Comitato territoriale di Reggio Emilia, Circolo Arci Tunnel, Ghirba-Biosteria della Gabella, Circolo Arci Kessel, Iniziativa laica, Circolo Arci Pigal, Circolo Arci Fuori Orario, Arci Solidarietà Reggio Emilia,, Ottavo colore, Amnesty international gruppo giovani Parma, NovaRES, Giovani Democratici, Tutti i mondi Parma, Partecipazione, Polisportiva Zelig, Compagnia teatrale Mamimò, Etoile – Centro teatrale europeo, Let’s Dance – Centro permanente di danza, Associazione Culturale Talento, Electrosexual, Ostello della Ghiara, MAG6 società cooperativa, associazione Pollicino Gnus, Giolli- società cooperativa sociale,

Il REmilia Pride è sponsorizzato da: Cgil Reggio Emilia, Uisp Reggio Emilia, Coop Alleanza 3.0, Legacoop, Assicop – Unipol, Boorea, Cna REggio Emilia, Uaar Reggio Emilia, Gamelan Viaggi, Plastica Sole, Weboil, Epicidea, Marcella Fava, Marco Ferrari, Circolo Darwin, circolo Arci Gardenia.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS