Tares, Unindustria contro la De Sciscio: ha perso tempo

Enzo Bartoli, Vicepresidente Unindustria Reggio Emilia

Enzo Bartoli, Vicepresidente Unindustria Reggio Emilia

L’assessore al Bilancio Filomena De Sciscio finisce nel mirino di Unindustria a causa della Tares, la nuova tassa sui rifiuti. Secondo il vicepresidente dell’associazione Enzo Bartoli la De Sciscio non ha ascoltato le proposte di modifica degli Industriali che chiedevano una rimodulazione della tassa in base alla reale quantità di rifiuti prodotti.

“L’assessore – dice Bartoli – ha eluso la questione giustificandosi con la mancanza di tempo per agire”. Il 30 novembre è la data in cui i tutti i comuni dovranno decidere quali aliquote applicare al nuovo tributo sui rifiuti e i servizi; dunque, afferma il vicepresidente di Unindustria “i tempi ci sono, ma non le volontà”.

Unindustria fa appello ad alcuni decreti legislativi, in particolare il D.L. 201 art. 14 che prevede la libertà dei singoli comuni di richiedere una tariffa sulla base reale dei rifiuti conferiti.

“La crisi ha messo in ginocchio gli unici soggetti in grado di garantire la produzione di ricchezza del territorio: le imprese.” – aggiunge Bartoli – “Serve che gli amministratori pubblici mettano in atto azioni concrete a loro salvaguardia, iniziando proprio da qui.”

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

One Response to Tares, Unindustria contro la De Sciscio: ha perso tempo

  1. Avatar
    geppo 13 Novembre 2013 at 06:14

    diciamolo. oltre a parlare di tasse non é che gli industriali stiano dando un gran contributo alla città. nessuna idea, nessuna indicazione, solo roba da mercatino dell’usato.