HomePrimo pianoDue gobbi e un mistero: i due telamoni reggiani ritrovati al Louvre

Due gobbi e un mistero: i due telamoni reggiani ritrovati al Louvre

Due gobbi e un misteroValentina Barbieri e Alessio Scalia

Qualcuno si sarà pur chiesto attraversando via dei Due Gobbi: ma cosa e dove sono questi benedetti Due Gobbi?  Sul “cosa sono” non ci sono mai stati dubbi: si tratta infatti di due telamoni-statue maschili utilizzate come supporto ad archi o colonne- denominati gobbi per la tipica postura protesa in avanti. Sul “dove sono” fino a pochi mesi fa non esisteva alcuna risposta. Si sapeva solo che fino al 1890 i Due Gobbi, dopo essere stati rimossi dall’antica facciata del Duomo, erano stati murati all’esterno della casa situata nell’omonima via di proprietà della famiglia Spagni e che vennero venduti dai proprietari ad un antiquario bolognese, finché poi nel 1902 non furono acquistati da un collezionista parigino, tale Ernest Eymonaud. Da allora però se ne persero le tracce.

Per più di un secolo  sulla destinazione dei Due Gobbi reggiani è calato il mistero. A sfatare il mito dei Due Gobbi scomparsi è stato solo recentemente lo storico reggiano Nicola Cassone che, trovatosi totalmente per caso al Louvre di Parigi in occasione di una mostra,  si è accorto- in un angolo del museo dedicato alla scultura italiana- di due telamoni in marmo rosa di Verona, molto simili all’unico disegno che ci è rimasto delle sculture originali reggiane. L’indicazione ” provenienza sconosciuta”  non ha fatto altro che avvalorare il pensiero che fossero proprio loro: i Due Gobbi Reggiani.

Per rendere omaggio a questa storia entusiasmante e a una delle vie più storiche di Reggio, ci siamo recati in via dei Due Gobbi,6. E’ proprio da qui- dal portale dell’ex fabbriceria del Duomo, ora di proprietà della famiglia Casale-che i Due Gobbi hanno lasciato Reggio per l’ultima volta e forse qui sarebbe bello che ritornassero in occasione di qualche futura esposizione.

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.