HomePrima paginaVeneti battutiA Portogruaro basta una Reggiana bella per un tempo

Veneti battuti
A Portogruaro basta una Reggiana bella per un tempo

Gianluca Ferrari

I granata superano 2-1 il Portogruaro con i gol di Rossi e Matteini ed ottengono la seconda vittoria casalinga consecutiva

Continua il bel momento della Reggiana di mister Zauli che, al città del Tricolore, supera 2-1 il Portogruaro e festeggia la seconda vittoria interna consecutiva dopo il poker rifilato alla Tritium. Finalmente, nonostante la sofferenza finale, al ‘Città del Tricolore’ è scesa in campo una Reggiana bella e sfrontata, capace di strappare applausi fin dai primi minuti e di mettere in cassaforte il risultato entro la prima mezz’ora di gioco grazie alle reti messe a segno da Rossi (11’) e da Matteini (29’). Entrambe le occasioni portano, però, lo zampino di due dei giocatori migliori della gara – Sprocati ed Iraci – abili nel confezionare entrambe le azioni che hanno consentito ai granata di portarsi, dopo mezz’ora, sul doppio vantaggio contro una squadra giovane e dotata di ottime individualità come quella allenata da mister Madonna. Questa volta, in un campionato livellato e dotato di un grande equilibrio generale, non sono stati gli episodi a decidere l’incontro ma la miglior prova di squadra messa in campo dagli uomini di Zauli che, almeno per un tempo, hanno dimostrato di saper giocare un ottimo calcio impostato sul pressing a metà campo e sulle ripartenze in contropiede. Per il momento – stando alle conferme dello stesso mister in sala stampa – questo è il calcio con cui la Reggiana è in grado di rendersi pericolosa e di vincere le partite e la gara di oggi ne è stata l’esempio più lampante; nei primi 45 minuti di gioco, infatti, ogni discesa reggiana pareva concludersi con un gol e solo un clamoroso errore di Bellucci (che non trattiene la punizione di Moracci) evita agli ospiti di tornare negli spogliatoi con il pesante passivo di due reti. Nella ripresa, i granata lasciano agli ospiti l’ardua incombenza della rimonta ma i veneti si tagliano ben presto le gambe da soli grazie a Pondaco che, nel giro di tre minuti, rimedia due ammonizioni e costringe i suoi a giocare in dieci fino al termine della gara. La Reggiana commette l’errore, purtroppo, di non chiudere subito la partita e deve soffrire fino all’ultimo per portare a casa tre punti pesantissimi che, nonostante le numerose occasioni sciupate da Antonelli e Sprocati – quest’ultimo colpisce la traversa a porta vuota – i granata riescono comunque ad ottenere  mantenendo invariato il punteggio fino al novantesimo, non senza il consueto brivido finale con Bellucci che riscatta l’errore del primo tempo rispondendo alla grande al colpo di testa ravvicinato di Coppola. La classifica rimane invariata ma la sensazione, a fine gara, è che Zauli finalmente abbia trovato la chiave per fare giocare e soprattutto vincere questa squadra. Che lo abbia fatto lasciando in panchina due big come Tomasig ed Alessi, questa, è tutt’altra storia. Per ora, le prestazioni danno ragione a lui.

Il tabellino

REGGIANA – PORTOGRUARO 2 -1 (2-1)

Marcatori: 11’Rossi, 29’ Matteini, 38’ Moracci (P)

Reggiana (4-4-1-1) Bellucci; Iraci (76’Aya), Mei, Cossentino, Magliocchetti; Viapiana, Ardizzone, Antonelli, Matteini (69’Parola); Sprocati, Rossi (63’Alessi) A disp. Tomasig, Panizzi, Scappi, Marcheggiani  All. Zauri

Portogruaro (4-3-3) Tozzo; Chesi (72’Magrassi), Moracci, Patacchiola, Pondaco; Sampietro, Coppola, Herzan (50’Salzano), Cunico (80’Rolandone); Corazza, Martinelli  A disp. Bavena, Santandrea, Blondett, Zampano  All. Madonna

Note: ammoniti Ardizzone, Coppola, Herzan. Espulso Pondaco (P) per doppia ammonizione. Recupero 1+5

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.