HomePrima paginaPareggio nel geloReggiana, punto d’oro a Foligno grazie al solito Alessi

Pareggio nel gelo
Reggiana, punto d’oro a Foligno grazie al solito Alessi

Finisce in parità la sfida tra Foligno e Reggiana. L’1-1 finale (il solito Alessi risponde a Caturano) accontenta forse più i granata di Zauli che i padroni di casa, alla ricerca di punti preziosi per tentare di evitare almeno la retrocessione diretta. Gli azzurri allenati da mister Pagliari, sinceramente, avrebbero meritato qualcosa di più ma la grande giornata di Silvestri ha impedito agli umbri di ottenere il quinto risultato utile consecutivo in casa ed ha, invece, rafforzato il rendimento esterno dei granata, dopo le vittorie di Monza e Como, in questo girone di ritorno.

Ancora una volta Zauli deve ringraziare il sempre più decisivo Beppe Alessi, autore della splendida punizione con cui la Reggiana ha impattato il risultato al 26′ del primo tempo, nono gol stagionale per il regista granata. Un Alessi, a dire il vero, meno pimpante del solito, tenuto ben stretto dagli uomini di mister Pagliari che hanno concesso davvero poco spazio al numero dieci. Il vero protagonista di giornata, infatti, prende il nome di Matteo Silvestri che, dopo il gol in avvio di Caturano, ha chiuso la saracinesca alla porta granata e respinto tutti i tentativi degli avversari: bello lo slancio con il quale, al 21′ della ripresa, risponde a Menchinella mentre prodigioso è il guizzo successivo con cui toglie dalla porta la conclusione ravvicinata del neo entrato Ferrari.

Il resto è storia di una gara giocata a ritmi alterni, influenzata dal gelo e dal forte vento che soffiava sul centinaio di infreddoliti tifosi presenti al “Blasone” di Foligno. Nel primo tempo, sono gli uomini di Zauli a fare la partita con i padroni di casa chiusi in difesa e pronti a ripartire pericolosamente in contropiede. E proprio da una ripartenza arriva il gol degli umbri: Rizzo scappa via sulla destra e serve con la punta Caturano che mette dentro a porta vuota. La Reggiana è attenta, propositiva e con una voglia matta di fare bene ma con Alessi messo sotto chiave dalla difesa avversaria, gli unici squilli sono del “sacrificato” Rossi, ancora una volta costretto a coprire da solo tutti i ruoli dell’attacco. Dopo la magia su punizione di Beppe-gol, l’unica grande occasione della partita per i granata capita sui piedi di Iraci che, al 7′ della ripresa, non riesce a ribadire in rete una goffa respinta del numero uno Kovacsik su tiro dal limite di Rossi. Per il resto, solo Foligno, la cui voglia di vincere sbatte prepotentemente sui guantoni di un grande Silvestri e contro l’ottima difesa guidata da un attentissimo Aya. Per i granata, un punto che vale oro e che permette di guardare con fiducia al prossimo futuro, sempre più ricco di insidie e di avversari temibili. A cominciare da domenica prossima, quando al Giglio arriverà il lanciatissimo Sorrento di bomber Ginestra. Lì sarà tutta un’altra storia.

Il tabellino

FOLIGNO – REGGIANA   1-1

Marcatori: 12′ pt Caturano, 27′ pt Alessi.

FOLIGNO (4-4-2): Kovacsik 5,5; Stoppini 6,5, Cotroneo 6, Galuppo 6, Barbagli 6; Rizzo 7, Padoin 6,5, Papa 5 (14′ st Menchinella 6), Coresi 6,5; Caturano 6,5, Guidone 6 (34′ st Ferrari). A disposizione: Mazzoni, Petti, Carroccio, Tattini, Cardarelli. Allenatore: Pagliari.

REGGIANA (3-5-1-1): Silvestri; Aya, Zini, Magliocchetti; Iraci, Viapiana, Arati, Calzi (30′ st Ardizzone), Panizzi (21′ st Sperotto); Alessi; Rossi. A disposizione: Bellucci, Messineo, Mei, Matteini, Fedi. Allenatore: Zauli.

Arbitro: Francesco Fiore di Barletta (Zuccaro e Lobozzo).

Note: ammoniti Calzi, Iraci, Menchinella, Rossi.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.