HomePrima paginaMomento magicoTrenkwalder da sogno, Pesaro sconfitta 71 a 59

Momento magico
Trenkwalder da sogno,
Pesaro sconfitta 71 a 59

Gianluca Ferrari

Continua il momento magico della Pallacanestro Reggiana che, davanti al pubblico di casa, supera la Scavolini Pesaro per 71 a 59 ed infila la terza vittoria consecutiva grazie ad un’ottima prova difensiva e d’intelligenza

Adesso chi la ferma più? La Trenkwalder di coach Menetti continua a stupire i propri tifosi ed infila il terzo successo consecutivo in serie A regolando 71 a 59 una spenta Scavolini Pesaro, in partita solo nei primi dieci minuti di gioco. I biancorossi hanno piazzato il break decisivo nel secondo quarto ed hanno respinto ogni tentativo di rimonta degli ospiti chiudendo in scioltezza una gara  poco spettacolare ma molto intensa sotto il profilo fisico.

La prima frazione di gioco sembra appartenere ad un’altra partita visto i ritmi e le percentuali molto alte tenute da entrambe le squadre che combattono punto su punto impedendo al diretto avversario di prendere le distanze già nei primi minuti. Le percentuali calano però vertiginosamente nel secondo quarto quando tocca a James porre fine al digiuno di canestri della squadra biancorossa  dopo ben 4 minuti di gioco anche se, sull’altra sponda, Pesaro fa addirittura peggio sbagliando tutto il possibile e perdendo il doppio di palle rispetto alla squadra di coach Menetti che, grazie alla coppia TaylorCinciarini e ad una solida prova difensiva, scava nella seconda parte di quarto il solco che risulterà decisivo per le sorti della partita e chiude il primo tempo avanti di 13.

Al rientro dagli spogliatoi la gara continua ad essere brutta e piena di errori con gli ospiti che continuano a prendere i tiri più sbagliati e sembrano pagare lo scarso apporto di una panchina resa corta da infortuni e scelte disciplinari (fuori Traini ed Amoroso) e costretta ad affidarsi ad un play – Clemente – arrivato solamente tre giorni fa. Pesaro porta comunque a casa la terza frazione e rientra piano piano sino al -4 d’inizio ultimo quarto quando, fortunatamente, Taylor e compagni piazzano un altro break micidiale che rispedisce la truppa di coach Ticchi a -11 riuscendo finalmente a trovare anche la mira dalla lunga distanza. Gli ultimi minuti sono tutti d’accademia con il Palabigi che può finalmente alzarsi in piedi per applaudire i propri beniamini che sembrano, adesso, non aver più paura di nessuno.

TRENKWALDER REGGIO EMILIA – SCAVOLINI PESARO 71-59 (19-18; 38-25; 49-42)

Trenkwalder: Jeremic 7, James 7, Taylor 17, Brunner 10, Filloy 7, Veccia ne, Slanina 0, Cervi 4, Silins 4, Cinciarini 15 , Antonutti ne

Pesaro: Cavaliero 10, Barbour 12, Crosariol 10, Flamini 3, Hamilton 12, Traini ne, Clemente 2, Tortù ne, Mack 10, Bryan 0, Amici 0, Amoroso ne

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.