HomeAttualitàUna Prodi per il “no”: Silvia non firma l’appello regionale Pd pro-Renzi

Una Prodi per il “no”: Silvia non firma l’appello regionale Pd pro-Renzi

di_franco_lanfranco_silvia_prodi_555

Il consigliere comunale Lanfranco De Franco guarda compiaciuto un cartellone elettorale di Silvia Prodi

Mancano 4 caselle di altrettanti consiglieri regionali tra i 25 che hanno firmato un documento Pd in cui invitano gli italiani a votare “sì” al prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre. Quello che, tecnicismi a parte, potrebbe valere la prosecuzione del governo Renzi.

Tra i 4 consiglieri “assenti” anche la reggiana Silvia Prodi, nipote dell’ex Premier scandianese Romano Prodi, schieratasi apertamente contro già in tempi non sospetti e che con questa scelta ha di fatto ufficializzato la propria posizione.

Interpellata a proposito del suo “no”, Silvia Prodi ha ribadito che la sua decisione è tutta e solo nel merito della riforma proposta.

 

Ultimo commento

  • Avatar

    Beh,che la nipotina di Prodi pendesse da quella parte era abbastanza prevedibile e,per dirla franca,se ne faranno tutti rapidamente una ragione come,peraltro,nel caso della sua recente sortita marocchina.Sarebbe invece ora che a proposito del quesito referendario si esprimesse con chiarezza l’illustre zio,anzichè restare in un limbo di ambiguità che appare piuttosto “furbesco”!