HomeAttualitàUn reggiano (un “raggiano”) ai vertici Ama a Roma: Lorenzo Bagnacani

Un reggiano (un “raggiano”) ai vertici Ama a Roma: Lorenzo Bagnacani

Bagnacani, altro prodotto tipico reggiano chiamato dalla sindaca Raggi (dopo Pinuccia Montanari)

Bagnacani, altro prodotto tipico reggiano chiamato dalla sindaca Raggi (dopo Strozzi e la Montanari)

Il consulente ambientale reggiano Lorenzo Bagnacani è il nuovo presidente e amministratore delegato di Ama, l’azienda rifiuti della città di Roma. A lui il compito di affrontare una delle emergenze peggiori: quella dei rifiuti.
Bagnacani si è imposto nella selezione indetta dalla sindaca Raggi.
Già nel consiglio di amministrazione di Iren, da alcuni mesi Bagnacani è ai vertici di Amiat, l’azienda rifiuti di Torino, chiamato dalla sindaca Appendino, incarico dal quale si dimetterà.

Il cda di Ama è composto da tre persone: oltre a Bagnacani, vi siedono  il noto esperto ambientale Andrea Masullo e l’ingegner Emmanuela Pettinao.
Ora la partita rifiuti di Roma è interamente in mani reggiane, naturalmente nelle rispettive competenze: da un lato l’assessore Pinuccia Montanari, impegnato nel progetto zero waste e che all’assemblea di Ama ha rappresentato il Comune in qualità di socio unico, dall’altra Bagnacani al vertice dell’azienda ambientale capitolina.

Ai vertici di Ama era stato chiamato un altro reggiano dal sindaco Marino, predecessore della Raggi: Ivan Strozzi, disarcionato però dopo una sola settimana. Strozzi poi è stato chiamato alla direzione generale dell’azienda rifiuti di Genova.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.