HomeEmiliaPerché dovremmo pagare la sistemazione del campo di concentramento di Molat?

Perché dovremmo pagare la sistemazione del campo di concentramento di Molat?

Gianluca Vinci, segretario reggiano della Lega Nord

Gianluca Vinci, segretario reggiano della Lega Nord

“Di ritorno da un viaggio attraverso le isole della Dalmazia, Istoreco, Coopservice e l’esponente Pd Dario De Lucia, chiedono che i parlamentari e i consiglieri regionali si impegnino per sistemare il degrado nell’ex campo di concentramento di Molat in Croazia. Un’assurdità”.
Così Gianluca Vinci, consigliere comunale della Lega Nord a Reggio Emilia e segretario provinciale del Carroccio reggiano e Gabriele Delmonte, vicecapogruppo della Lega Nord in regione replicano al tam-tam partito su Facebook e approdato poi sulla stampa locale.
“De Lucia, Istoreco e Coopservice farebbero meglio a impegnarsi per valorizzare cose del nostro territorio prima di pensare alle condizioni in cui versa il campo di Molat in Croazia – attacca Vinci -. Se i reggiani vogliono apprendere la storia della Croazia fanno bene ad andare in quei luoghi, ma le nostri istituzioni devono difendere e valorizzare prima di tutto la storia dei nostri territori”.
A ruota Gabriele Delmonte che ha predisposto un’interrogazione da presentare alla giunta regionale per capire le intenzioni della Regione. “Da me – chiarisce Delmonte – non arriverà nessun sostegno alla causa fino a quando ci sarà ancora un soldo da spendere per i beni culturali della nostra regione. Sia ben chiaro che i soldi degli emiliano-romagnoli servono per le necessità dell’Emilia. Gli altri si accomodino pure in fondo alla fila e aspettino il loro turno”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.