HomeAttualitàMerkel e Renzi mai così vicini come nel vertice di Maranello

Merkel e Renzi mai così vicini come nel vertice di Maranello

Finanzieremo la ricostruzione di una scuola” nelle zone colpite dal sisma. E’ la promessa della cancelliera tedesca Angela Merkel dopo il bilaterale con il premier Matteo Renzi a Maranello. “Come governo – ha detto la Merkel – daremo un contributo, ma anche imprenditori tedeschi e Lega calcio tedesca daranno un contributo”. Il premier Renzi ha invece fatto sapere che la Ferrari metterà all’asta una delle sue auto e devolverà il ricavato per la ricostruzione. La Ferrari “ci ha comunicato che metterà all’asta una delle più prestigiose auto che costruisce, con base d’asta di più di un milione di euro”. Renzi ha anche confermato quanto anticipato nei giorni scorsi: il commissario per la ricostruzione del dopo terremoto sarà l’ex presidente dell’Emilia-Romagna Vasco Errani. Domani la nomina ufficiale.

Terremoto, immigrazione e vincoli economici comunitari sono stati al centro del vertice bilaterale Italia – Germania nella modenese Maranello, la casa della Ferrari.Come molti osservatori si aspettavano, nessuna novità rivoluzionaria. “Prenderemo tutte le risorse che servono per la ricostruzione” ha garantito Renzi. “Cercheremo di dare una mano – la risposta della Merkelanche se le trattative sulle risorse (aggiuntive, o svincolate dei patti europei, ndr) spettano alla Commissione Europea. Cercheremo di trovare soluzioni ragionevoli”. Sull’immigrazione, l’atteso interesse della Germania per il migration compact proposto dall’Italia pare per ora tiepida. Il leitmotiv è stato un classico “Aiutare (l’Africa) a casa sua”. Anche se “non rinunceremo mai – ha sottolineato Renzia salvare vite in mare”.

Al termine del colloquio, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente del Consiglio Matteo Renzi hanno incontrato i Vigili del fuoco che hanno salvato la piccola Giorgia dalle macerie del terremoto che il 24 agosto scorso ha colpito l’Italia centrale.

La giornata ha visto riunita anche un’assemblea plenaria del vertice intergovernativo, alla quale hanno preso parte il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni con l’omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier, il ministro dell’Interno Angelino Alfano con l’omologo Thomas De Maizière, il ministro della Difesa Roberta Pinotti con il sottosegretario tedesco alla Difesa Ralf Brauksiepe, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan con l’omologo Wolfgang Schaeuble, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda con il vice cancelliere Sigmar Gabriel, il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio con l’omologo Alexander Dobrindt. In serata, sempre nella sede della Ferrari, una cena con vari imprenditori italiani.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.