HomeAttualitàIren: gioiosa macchina di dirigenti. 50 oltre gli 80mila euro

Iren: gioiosa macchina di dirigenti. 50 oltre gli 80mila euro

Sarebbero diverse decine, una 50ina circa, gli stipendi d’oro di Iren, cioè stipendi sugli 80mila euro annui che vanno agli articolati quadri dirigenziali della multiservizi, senza contare naturalmente gli emolumenti dei super manager dei Cda, che rappresentano un capitolo a parte molto più oneroso e su cui si discute da tempo. Calcolatrice alla mano, si fa presto ad avere un quadro di quanto la complessa macchina possa costare alla comunità, solo in termini di emolumenti al personale più “qualificato”. Nel corso della repentina storia che vede la trasformazione della municipalizzata Agac alla società di città di Iren, attraverso la tappa di Enìa, il costo del personale è progressivamente aumentato e il gioco di società connesse nella multiservizi ha portato ad un costante aumento dei dirigenti e dei loro compensi.

viero e delrio

Cordata: Andrea Viero e Graziano Delrio

Intanto il Sole 24 Ore ha reso noto i “paperoni” d’Italia nel campo delle multiservizi assegnando ad Iren guardacaso l’oscar dei compensi più cospicui ai propri manager (ma non scordiamoci che sono gli stessi vertici a decidere i propri stipendi). A Roberto Bazzano, ex presidente di Iren, spetta il gradino più alto del podio come manager più pagato nelle società partecipate che operano a livello locale. 495mila euro nel 2012, ma non è solo; al terzo posto troviamo infatti Roberto Garbati, ex amministratore delegato di Iren, a quota 472mila euro. Entrambi personalità uscite dal consiglio di amministrazione della società ma che hanno saputo reinventarsi nella multiservizi emiliana. Bazzano ora è a capo di Iren Acqua mentre Garbati è al comando di Iren Energia.

La classifica, stilata dal Sole 24 Ore fa luce sul nostro territorio: nella lista dei primi cinque troviamo ben tre posizioni legate alla regione emiliano-romagnola. Si tratta di Bazzano e Garbati di Iren come dicevamo e di Maurizio Chiarini, amministratore delegato di Hera. Seguendo a ruota arrivano le multiservizi romane con Marco Staderini e Giancarlo Cremonesi rispettivamente amministratore delegato e presidente di Acea Spa; con 420mila e 360mila euro.

 

Ultimo commento

  • Avatar

    Come i sogno, mi sovvengono alcune parole: abiezione, abominio, colpa, disdoro, disonore, fango, ignominia, indecenza, indegnità , infamia, ingiustizia, iniquità , ludibrio, macchia, male, nefandezza, obbrobrio, onta, peccato, nessun pudore, senza ritegno, scandalo, scherno, schifo, sconcezza, turbamento, verecondia, vituperio delle genti reggiane.