HomeAttualitàGarantisce re Giorgio: i renziani premono e Napolitano blinda Letta

Garantisce re Giorgio: i renziani premono e Napolitano blinda Letta

Garantisce re GiorgioIntervistato da Repubblica, lunedì il ministro agli Affari regionali Graziano Delrio ha detto tra le altre cose che “a Berlusconi non arriveranno aiuti dal Pd” e si è detto “favorevole alla sua decadenza politica”. Non sono passate inosservate le parole dell’ex sindaco di Reggio, che è stato subito accusato di volere bruciare l’ipotesi di una ricandidatura di Letta come futuro premier per favorire quello che lui considera il suo Tony Blair ovvero Matteo Renzi.

Nonostante le interpretazioni maligne, che nel Pd non si fermano nemmeno a ridosso di Ferragosto, le parole di Delrio tradiscono le ansie dei renziani. Perché sanno che il treno bisogna prenderlo adesso, come ha dimostrato l’enorme afflusso di pubblico per il sindaco di Firenze alla festa di Villalunga. E visto che non si può parlare apertamente della fine del governo Letta, bisogna mostrarsi irremovibili sulla posizione di Berlusconi.

E’ una strategia che punta ad alzare la tensione interna al Pd in vista del congresso per poi incassare il consenso. Ma sul futuro degl governo è arrivato un segnale ben preciso dal presidente Napolitano, che ieri ha ribadito un concetto: “Fatale sarebbe una crisi del governo faticosamente formatosi da poco più di 100 giorni; il ricadere del paese nell’instabilità e nell’incertezza ci impedirebbe di cogliere e consolidare le possibilità di ripresa economica”.

E’ vero che Napolitano ha ricordato che la sentenza di condanna di Berlusconi è definitiva e va rispettata, ma ha aggiunto: “La normativa vigente esclude che Silvio Berlusconi debba espiare in carcere la pena detentiva irrogatagli e sancisce precise alternative, che possono essere modulate tenendo conto delle esigenze del caso concreto”. Si ritorna così al tema dell'”agibilità politica” del Cavaliere, condizione insispensabile per la sopravvivenza del governo.

Il presidente sembra dunque intenzionato a fornire garanzie a Berlusconi pur di salvare il governo. Il problema vero resta la tenuta del Pd.

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.