HomeAttualitàEgitto: un’altra strage di cristiani copti, morti tanti bambini

Egitto: un’altra strage di cristiani copti, morti tanti bambini

Attacco armato a un autobus che trasportava cristiani copti a Menyah, nell’ovest dell’Egitto, a 250 Km a sud dal Cairo. Il governatore di Menyah, Essam al-Bedaiwy, ha riferito che 35 persone sono morte, mentre 23 sono rimaste ferite. Il bilancio è stato confermato anche dal ministero della Sanità.

Ad attaccare il bus dei cristiani copti è stato un commando di dieci uomini, che indossava divise militari. Gli assalitori hanno bloccato il bus, sono saliti a bordo e hanno iniziato a sparare mentre uno di loro filmava il massacro, secondo quanto raccontato un testimone su Twitter.

Al momento non è arrivata alcuna rivendicazione. Il bus con a bordo i cristiani copti era diretto al monastero di Anba Samuel, sulla rotta desertica a ovest dell’Alto Egitto. I feriti sono stati trasportati presso l’ospedale di Maghagha, sito nella stessa provincia di Menyah. Alcuni di essi sarebbero gravi.

Non è il primo attacco subito dalla comunità copta in Egitto quest’anno. Il 9 aprile scorso, nella Domenica delle Palme, due chiese copte egiziane sono state colpite da un doppio attentato: il primo, avvenuto di primo mattino dentro la chiesa a Tanta, città sul delta del Nilo, ha provocato 27 morti e 78 feriti.

Il secondo attacco, ad opera di un kamikaze, si è verificato qualche ora dopo ad Alessandria, la “capitale” copta egiziana, fuori dalla chiesa di San Marco, dove si trovava in quel momento il patriarca della Chiesa Copta egizana Tawadros II. In quel caso il bilancio è stato di 17 morti e 48 feriti.

da la Repubblica

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.