Rimini al Pd, ballottaggio a Ravenna (dopo 23 anni), Finale e Pavullo

Accantonata Bologna, il ballottaggio è protagonista dell’ultima tornata di elezioni comunali anche in molti altri Comuni dell’Emilia-Romagna chiamati a rinnovare sindaci e consigli comunali.
Ad esempio Ravenna, che va al ballottaggio dopo ben 23 anni. A contendersi il posto a Palazzo Merlato domenica 19 giugno saranno Michele de Pascale, candidato del Pd e del centro-sinistra (sostenuto da sette liste in tutto) che al primo turno si è aggiudicato il 46,5% dei voti e Massimiliano Alberghini, candidato della coalizione Lega Nord, Lista per Ravenna, Forza Italia e Fratelli d’Italia, fermatosi al 27,97%.
A Rimini invece Andrea Gnassi, Pd, si riconferma sindaco di Rimini al primo turno con il 57% dei voti contro il 24% di Marzio Pecci del centrodestra.

Ballottaggio anche nel Comune bolognese di San Giovanni in Persiceto, dove Tommaso Cotti – sostenuto da Pd e sinistra, ha ottenuto il 45,98% dei consensi e se la vedrà con Lorenzo Pellegatti (33,46%) sostenuto da due liste civiche.
A Gaggio Montano eletta sindaco la candidata unica Maria Elisabetta Tanari, a Monghidoro prima cittadina è Barbara Panzacchi (Passione Comune) con il 61,36% dei voti, a Castel del Rio tocca invece ad Alberto Baldazzi (Lista civica) che si è aggiudicato il 66,16% mentre ad Alto Reno Terme il sindaco è Giuseppe Nanni con il 49,45% dei consensi.

Nel Modenese, Montefiorino, Palagano, Zocca e Sestola hanno eletto il sindaco al primo turno. Finale Emilia e Pavullo nel Frignano vanno invece al ballottaggio.
I sindaci eletti pochi minuti dopo la chiusura dei seggi sono stati Fabio Braglia a Palagano e Maurizio Paladini a Montefiorino. A Sestola è sindaco Marco Bonucchi con il 66,82%.
A Zocca il nuovo sindaco è Giancarlo Tanari: la sua lista Zocca Civica ha ottenuto il 40,85% davanti ad Aldo Preci che ha ottenuto il 34% con Insieme per Zocca.
A Pavullo nel Frignano si sfideranno tra due settimane Stefano Iseppi sostenuto da La Torre centro sinistra e Il Ponte e Giancarlo Biolchini sostenuto da La Pineta e Lega Nord  guiderà il municipio. Al termine degli scrutini Iseppi ha ottenuto il 34,79% mentre Biolchini il 23,92%.
A Finale Emilia exploit della Lega Nord. Nel comune del modenese dove il sindaco Pd Ferdinando Ferioli non si è ricandidato dopo le dimissioni in blocco dei suoi assessori in seguito alle inchieste sulle infiltrazioni mafiose nella ricostruzione post-terremoto, Sandro Palazzi, candidato del Carroccio e della coalizione di centrodestra, è arrivato al 43,6% e sfiderà al ballottaggio l’aspirante sindaco del Pd, Elena Terzi, ferma al 29,8% dei voti.

Nel Parmense il Pd tiene, pur senza diventare partito pigliatutto. Nessun ballottaggio, dal momento che nessuno dei nove Comuni al voto supera i 15mila abitanti.
A Borgo Val di Taro confermato il sindaco in carica di centrosinistra Diego Rossi, Lista civica Insieme, con il 48,53% dei voti (1958 preferenze). L’affluenza è stata la più bassa di tutti i comuni al voto: 57,06%.
A Busseto Giancarlo Contini, centrodestra, vince con il 38,25% dei voti (1411 preferenze). Il candidato Luca Concari ha perso per meno di un centinaio di voti, con il 36,17%. Solo terza l’ex sindaca in carica Maria Giovanna Gambazza con il 23,07%.
A Felino vince Elisa Leoni, centrosinistra, con il 44,30% dei voti (1.830 preferenze): è l’unica donna eletta di questa tornata elettorale.
A Fontanellato Francesco Trivelloni, lista civica di centrosinistra Fontanellato Progresso, diventa sindaco con il 40,92% dei voti (1414 preferenze). Il sindaco uscente Domenico Altieri, anch’egli Pd, non era in corsa.
A Neviano degli Arduini confermato il sindaco uscente Alessandro Garbasi, lista civica Per Neviano, che essendo l’unico candidato in corsa si aggiudica il 100% dei voti.
A Polesine Zibello Andrea Censi, lista civica Il domani è per tutti, già primo cittadino di Zibello, è il primo sindaco del nuovo comune nato dalla recente fusione: vince con il 53,70% dei voti (1036 preferenze). L’affluenza è la più alta in provincia: 72,13%.
A Sala Baganza Aldo Spina, lista civica Solidarietà, è stato eletto con il 51,28% dei voti (1374 preferenze) e succede a Cristina Merusi, che non si è ricandidata.
A San Secondo riconfermato il sindaco uscente Antonio Dodi, lista civica Dodi Antonio sindaco, che vince con il 57,94% dei voti contro l’unico sfidante Giuseppe Martinelli.
A Traversetolo Simone Dall’Orto, centrodestra, è eletto con il 34,23% dei voti (1606 preferenze). Il sindaco uscente Ginetto Mari, Pd, non era candidato.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS