HomeAttualitàBersani: il referendum divide, l’amatriciana unisce le anime del Pd

Bersani: il referendum divide, l’amatriciana unisce le anime del Pd

bersani e leoni

Il referendario del No Bersani abbraccia il sempreverde Raffaele Leoni (che pure staziona fisso allo stand per il Sì)

Se nel vasto appezzamento di FestaReggio al Campovolo, apparentemente resiste un clima di concordia in vista del referendum costituzionale (che vale la credibilità politica del governo Renzi, dimissioni o no), sui social le varie anime pro o contro la riforma costituzionale, se le stanno dando di santa ragione.

La querelle a distanza, specie tra l’assessore Mirko Tutino ed il sindaco di Boretto Massimo Gazza, alfiere del renzismo che non ammette cedimenti, dopo le dichiarazioni del costituzionalista Zagrebelsky (a FestaReggio giovedì, il giorno in cui arriverà anche il Premier), è stata rinvigorita dalla serata di domenica che ha ospitato l’ex segretario nazionale Pier Luigi Bersani. Il quale, dal palco e davanti ad un folto pubblico, ha elencato i veri o presunti errori dell’attuale esecutivo.

L'ironico post condiviso dal sindaco Bigi sul suo profilo

L’ironico post condiviso dal sindaco Bigi sul suo profilo…

Gazza, irritato, ha così postato su facebook: “Bersani, in diretta su Telereggio prima del suo comizio a Festareggio, deride Renzi, segretario del partito in cui milita il piacentino e a capo di un governo a marca PD. Riassumo velocemente il mio pensiero: per me potevi stare a casa“, raccogliendo un discreto numero di consensi, a partire da quello del collega, primo cittadino di Vezzano, Mauro Bigi, pure renziano ma più tattico.

Intanto l’iniziativa destinata a mettere tutti d’accordo, sta scaldando i motori. Circa duecento i volontari impegnati nell’apertura straordinaria di Festareggio all’insegna della solidarietà.  Lunedi sera l’obiettivo è raccogliere fondi indispensabili alla ricostruzione dei paesi colpiti nel Centro Italia dal grave terremoto del 24 agosto.

lanfranco

Il consigliere comunale Lanfranco De Franco cerca di mettere tutti d’accordo con un buon piatto di pasta e soprattutto il tifo sfrenato per la Regia

“Quando ho incontrato i volontari per spiegare la nostra idea, non ho fatto in tempo a finire la frase. Avevano già detto, ci siamo”. Il segretario Pd Andrea Costa racconta con queste parole com’è avvenuta la decisione, presa a metà settimana, di rimboccarsi le maniche per dare aiuto a quel pezzo di Paese che non ha più la casa.  E così è nata la ventitreesima serata di Festareggio, quella extra. “Lunedì – aggiunge Costa – potremo ricambiare la solidarietà e l’aiuto ricevuto quando era la nostra la terra che tremava”. Diverse centinaia sono le prenotazioni (non obbligatorie) già effettuate. Tra i primi a raccogliere l’appello di solidarietà lanciato da Festareggio ci sono Arci, Boorea, Legacoop Emilia Ovest, Uisp, Croce Rossa, Coordinamento di Protezione Civile di Reggio, Anpi, il Forum del Terzo settore reggiano.

Numerose le personalità che hanno già aderito all’iniziativa. L’ex presidente della Regione Vasco Errani commissario per la ricostruzione, il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, Palma Costi assessore regionale con la delega alla ricostruzione post sisma. Beppe Carletti in video collegamento dalla Sicilia, da dove annuncerà il cast del megaconcerto di solidarietà benefico di cui sta tirando le fila.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.